Ordina qui l'edizione estiva

Libri in arretrato

I nuovi libri di studi sociali per la scuola secondaria superiore fanno un salto di qualità in termini di presentazione. In termini di contenuto, molti di loro sono sorprendentemente silenziosi.

(QUESTO ARTICOLO È MACCHINA TRADOTTO da Google dal norvegese)

Quando la campanella della scuola suona ad agosto, inizia la spinta alla conoscenza. Tutti i libri a tutti i livelli devono essere sostituiti. Saranno lanciati più di 500 nuovi libri e nei prossimi tre anni verranno stampati circa sette milioni di libri scolastici ogni anno. Cosa dovrebbero imparare gli studenti più o meno affamati di conoscenza?

I nuovi curricula lasciano più potere agli insegnanti e ai libri di testo. Probabilmente ricorderai i titoli "Ibsen fuori dal soggetto norvegese" e "2. la guerra mondiale scompare dalle lezioni di storia", che sono arrivate proprio perché i nuovi curricula sono molto meno dettagliati di quelli di Gudmund Hernes.

Ecco perché Ny Tid sta ora rivedendo i nuovi libri di studi sociali per la scuola secondaria superiore per vedere cosa viene presentato agli studenti.

Dov'è il punto?

Siamo alla Oslo Cathedral School. Gli studenti nei corridoi hanno appena sostenuto un esame orale e il loro umore oscilla in base ai risultati. Siamo venuti a sentire cosa vogliono dai nuovi libri di studi sociali.

- Mi piace che ci siano domande riassuntive in fondo, come qui.

Sverre Olav Trovik sfoglia con entusiasmo uno dei libri nuovi di zecca.

- Ma dov'è la conclusione? Deve esserci anche una conclusione, in modo che tu possa ripetere, dice Trovik.

- Non c'è conclusione per le grandi domande negli studi sociali. Il punto è piuttosto esercitare la capacità degli studenti di ragionare da soli, dice Nur Zubeidi.

Agli alunni vengono presentati i pensieri più moderni e le visioni del mondo aggiornate quando tutti i libri di testo devono essere sostituiti?

No, dice Frank Aarebrot, professore di politica comparata all'Università di Bergen.

- Puoi guardare un libro di studi sociali quando l'autore ha smesso di studiare. I libri riflettono la vecchia scienza sociale, crede Aarebrot.

- Ma i libri di testo delle scuole superiori non dovrebbero andare così lontano nel postmodernismo e simili, giusto?

- No, ma anche dei libri in piccola parte

si riferisce direttamente a vari teorici, tuttavia si vede chiaramente a chi si è ispirato l'autore. Troverai, ad esempio, pochi spunti di riflessione dai pensatori francesi degli ultimi decenni, afferma Aarebrot.

Gli autori del libro di testo non sono d'accordo con l'affermazione di avere una visione del mondo antiquata.

- Abbiamo molto nuovo materiale nel libro, inclusi i risultati dell'indagine sul potere, afferma Berit Lundberg, uno degli autori di Ny agenda.

Anche Kjersti Garstad, coautore di You and society, non è d'accordo con l'affermazione di Aarebrot. Crede che il genere e l'età degli autori siano più importanti del tempo in cui hanno studiato.

Mercato del libro conservatore

Dagrun Skjelbred è professore di studi testuali al Vestfold University College. Vuole più variazione di genere nei libri di studi sociali, più uso di fonti, più testi che richiedano riflessione e dibattito e storie per spiegare cosa significano i termini.

- Il mercato dei libri di testo è in parte conservatore. Gli insegnanti spesso scelgono libri di testo simili a quelli che già conoscono. Pertanto, può essere difficile vincere con qualcosa di leggermente diverso, afferma Skjelbred.

In classe alla Oslo Cathedral School, l'insegnante di studi sociali Hanne Skogvoll ammette che gli insegnanti sono un po' conservatori.

- Sì, probabilmente è vero. È comodo mantenere quello vecchio ed è sicuro usare lo stesso libro di testo. Non ci vedo niente di sbagliato in questo, dice Skogvoll.

Le piace che i libri di testo abbiano esempi.

- Allo stesso tempo, gli studenti devono essere in grado di lavorare con il libro in modo indipendente, quindi è importante che tutti i termini siano rivisti e spiegati a fondo. Va bene qualche esempio, ma non deve diventare un settimanale.

E l'equilibrio politico nei libri di studi sociali? I socialdemocratici – che in gran parte hanno governato questo paese nel dopoguerra – hanno usato i libri di testo per trasformarci tutti in buoni socialdemocratici? No, dice il professor Frank Aarebrot.

No? Questo significa che Aarebrot, un tempo socialdemocratico autocritico, ha perso la sua visione riflessiva? Meglio controllare con un ampio spettro sulla metà politica opposta della corte. Né il professore e di destra Francis Sejerstedt, né l'editorialista di Memo Jan Arild Snoen né il presidente di Unge Høyre Torbjørn Røe Isaken hanno esperienza con libri di studi sociali con un lato socialdemocratico.

- L'intellighenzia in Norvegia all'interno delle scienze sociali e umanistiche appartiene in gran parte alla sinistra politica, e mi aspetto che ciò influenzi la selezione e l'angolazione. Non ci sono rappresentazioni completamente oggettive, dice Røe Isaksen.

Fino al 2000, tutti i libri scolastici dovevano passare attraverso l'approvazione pubblica, e questo è un motivo importante per cui i libri non hanno avuto un aspetto politico, ritiene Aarebrot.

- Allo stesso tempo, devi ricordare che le differenze nella politica norvegese sono aumentate negli ultimi decenni. Negli anni '1970 non avevamo il Frp. Ciò che era ampiamente accettato pensare negli anni '1970, ad esempio sugli aiuti, può essere controverso oggi, afferma Aarebrot.

- Ricordo lo zio Lauritz nella mia infanzia che chiedeva il boicottaggio del Sud Africa, tra le canzoni in cui Søstrene Bjørklund e Thorbjørn Egner cantavano di neri e

Ottentotti. Dovresti essere gentile con quelli là fuori. Nessuno ha posto domande critiche sugli aiuti, e sicuramente non era esclusivamente una cosa buona? chiede Aarebrot.

rivista settimanale

Gli autori del libro di testo non negano che i loro atteggiamenti politici traspaiano nel testo in una certa misura.

- Ma penso che noi tre che abbiamo scritto insieme abbiamo opinioni abbastanza diverse, quindi l'impressione generale è equilibrata, dice Kjersti Garstad riguardo al libro di testo Tu e la società.

- Se qualcosa fosse stato particolarmente sbilanciato, l'editore lo avrebbe corretto. Inoltre, penso che non sia così stupido che i testi abbiano degli atteggiamenti, l'argomento dovrebbe allenare le capacità di riflessione degli studenti, dice l'autore di Agenda Berit Lundberg.

Di nuovo in campo alla Oslo Cathedral School. Gli studenti discutono un breve testo in uno dei nuovi libri di studi sociali.

- Questo articolo va contro il resto del libro. È divertente e penso che diversi testi aiutino gli studenti a formarsi le proprie opinioni. È più facile seguire e approfondire il materiale se il libro utilizza molti esempi, afferma Maria Ana Lanca Campos.

- Ma questo era un testo piuttosto brutto, dice Ane Sydnes Egeland.

- Sembra che stiano cercando di parlare la lingua degli studenti, dice Sverre Olav Trovik.

- Sembra un settimanale, dice Ane Sydnes Egeland.

Negozio più grande della finzione

[fatturato] Sostituire tutti i libri scolastici nelle scuole primarie e secondarie nei prossimi tre anni costa oltre tre miliardi di corone.

- Mi piacerebbe credere che il fatturato complessivo dei libri di testo possa superare il fatturato della narrativa nel 2006, afferma Paul Hedlund, capo del comitato dei materiali didattici dell'Associazione degli editori.

Nel 2005 il fatturato dei libri di testo per scuole e università è stato di 837 milioni, mentre la narrativa ha fatturato 942 milioni.

Gli editori hanno intensificato il loro marketing e hanno invitato gli insegnanti a tutto, dalla copertura fjong all'Hotel Opera nella capitale alle lasagne nella mensa della scuola secondaria superiore Spjelkavik. Fagbladet Utdanning ha aumentato le sue entrate pubblicitarie del 100% questa primavera.

Questo autunno, gli studenti delle scuole secondarie superiori dovranno pagare i libri da soli, ma la dichiarazione di Soria Moria promette libri di testo gratuiti anche a questo livello durante il quadriennio.

____________

Mettere a fuoco

Mette Haraldsen e

Jostein Ryssevik

Aschehoug (2006)

Grado 6

Congratulazioni, questo è il libro di cui gli studi sociali hanno bisogno. Dalla prima all'ultima pagina, Fokus è professionalmente aggiornato e coinvolgente.

Ogni capitolo si apre in un modo che facilita l'accesso al materiale. Il capitolo sulla democrazia inizia con la storia dell'"onda". Il capitolo sulla guerra e la pace inizia con l'amore mortale nella Bosnia in tempo di guerra. Anche i capitoli sulla politica e l'economia norvegesi sono coinvolgenti e mostrano come sia possibile influenzare lo sviluppo sociale.

Gli autori problematizzano l'immagine di sé umanitaria della Norvegia e chiedono se le Nazioni Unite debbano essere riformate. Il libro tratta della globalizzazione e che la Norvegia è diventata una società multiculturale. È al culmine delle sfide del nostro tempo. Le tante domande stimolano il dibattito: "Perché è più facile per i paesi ricchi dare aiuti ai paesi poveri piuttosto che aprire i loro mercati interni alle merci a buon mercato del sud, secondo voi?" Se la Norvegia e il mondo fossero stati legati ancora più strettamente, il risultato sarebbe stato brillante. La messa a fuoco è semplicemente geniale. Ma dura a lungo.

HFT

____________

punto di vista

Martin Westersjø, Åse Lauritzen e Jorun Berg

damm

Grado 3

Addio, la famiglia Halvorsen

"Conoscerete bene la famiglia Halvorsen", viene promesso ai lettori all'inizio. La famiglia nucleare Halvorsen è bianca ed eterosessuale con tre figli. Padre Jan ha anche due figli da un precedente matrimonio, Linda e Thomas. Thomas vive in società con Anders. E non solo, i vicini di Halvorsen sono immigrati "da un paese dell'Asia".

Questo dovrebbe tradursi in molti esempi entusiasmanti che spiegano concetti importanti. Ma gli esempi non sono raccontati in modo vivido. Il buon insegnamento "mostra, non dire" non viene seguito.

Nel mezzo, a margine compaiono piccoli riquadri con un'unica frase significativa. Queste posizioni sono indiscutibili e restano sospese: "La cultura giovanile è solo ubriachezza, musica rumorosa e giochi per PC".

I ruoli di genere, l'identità e le questioni multiculturali sono ben presentati. Ci è stato detto all'inizio che molte domande non hanno risposte definitive, ma questo è poco seguito. Invece il testo è pieno di frasi come "alcuni diranno così". Così il linguaggio diventa pesante e noioso.

Kaare M. L'immagine

____________

strisce

Ellen Arnesen, Marianne Heir e Pia Skøien

Rapporto

Grado 5

Pollice su

A differenza di molti altri libri, Streif ha esempi affascinanti che spiegano efficacemente i fenomeni, incorporati nel testo in esecuzione. Gli esempi si collegano bene con le spiegazioni tradizionali dei termini. Le domande riassuntive sono classificate dalle definizioni alle discussioni.

Il libro eccelle anche visivamente. Le fotografie sono emozionanti e piene di azione. La grafica è invitante. Le illustrazioni fanno parte di un'interazione arricchente con il testo. In molti degli altri libri, le immagini sono più statiche e appaiono come illustrazioni doverose e casuali.

Il libro utilizza anche altri generi per esercitare la capacità degli studenti di riflettere e criticare le fonti. Questo può essere sia articoli di giornale fattualimente polemici sia calci di mestolo divertenti e polemici sotto il logo del calcio di punizione.

In termini di contenuto, il libro prosegue con prospettive aggiornate sui ruoli di genere, la globalizzazione e gli incontri culturali: "La Norvegia è sempre stata una società multiculturale". Coinvolgente. Consigliato!

Kaare M. L'immagine

____________

Scienze Sociali

Henry Notaker e Johs Totland

Valle di Gylden

Grado 2

Il comune della contea in discussione

"Tutte le persone sono interessate alla politica", afferma questo libro nell'introduzione. In un recente sondaggio d'opinione, invece, la metà delle persone afferma che la politica gli dà fastidio in mezzo alla schiena. Il disaccordo si riduce a ciò che si intende per politica – e in che modo questo libro ritrae la politica?

La sezione sul consiglio di contea in discussione è accompagnata da una rappresentazione grafica della ripartizione dei compiti tra Stato, Provincia e Comune. Rispetto agli altri libri di studi sociali, questo libro fa molto per presentare la politica come la burocrazia, l'amministrazione, l'organizzazione e la struttura.

Nella rassegna delle ideologie si fa una distinzione tra socialismo, marxismo e comunismo. Quest'ultimo ottiene più spazio. Sia l'Unione Sovietica di Lenin che la Cina di Mao vengono menzionate senza una parola su quante decine di milioni di vite abbiano sulla coscienza questi regimi.

Meglio il capitolo cultura, ma per cambiare il risultato del sondaggio, e "contribuire alla cittadinanza attiva", come dice il curriculum, consiglierei piuttosto uno degli altri libri.

Kaare M. L'immagine

____________

Tu e la società

Hasse Bergstrøm, Johan T. dale e Kjersti Garstad

Soggetto Dale

Grado 3

Piastrella sottile con un aspetto attraente

Tu e la società avete un'espressione visiva relativamente fresca. Gli esempi sono stampati in rosso, ci sono riferimenti a siti web, le immagini sono pertinenti e le illustrazioni parlano da sole. Il testo, d'altra parte, ha più la sensazione di essere un elenco di alcuni termini chiave che una presentazione coerente.

Tu e la società non siete irrimediabilmente indietro, ma non siete nemmeno all'altezza della politica del 21° secolo.

Parla a vantaggio del libro che i nuovi argomenti del curriculum sulla finanza personale e la creazione di imprese non siano un'appendice immotivata verso la fine del libro. Infornare questo dà al lettore la vicinanza alla politica e alla società. Questa prossimità si ripete anche negli esempi.

Il pericolo è quello che è in gioco nella politica

viene sullo sfondo. Gli autori cadono in questa trappola. Una storia vera, un'opera controversa su cui gli studenti devono decidere, farebbe molto.

Halvor Finezza Tretvoll

____________

Radar

Egil Andresen e Rune Henningsen

La cappella

Grado 4

I vestiti nuovi dell'imperatore

Ci sono due archetipi tra i nuovi libri di testo di studi sociali: il tradizionale e l'hip. Cappelen è l'unico editore che ha partecipato a entrambi i concorsi, e questo è il libro dell'ultima categoria. Il radar crea l'atmosfera nell'introduzione: nelle scienze sociali non è possibile mettere due righe sotto la risposta. Il peso educativo punta sui metodi invece che sui fatti. Apre diverse domande per un'ulteriore riflessione, ma tutte le sezioni sono suddivise in tre livelli, in modo che gli studenti stessi possano scegliere quanto lavoro vogliono mettere nella lettura.

Il libro sembra promettente fin dall'inizio. Gli autori forniscono una buona visione del dibattito di genere e hanno chiaramente familiarizzato con le varie linee di conflitto nei dibattiti descritti nel libro. Tuttavia, questo è più tradizionale nella sua descrizione dell'asse destra/sinistra rispetto all'altro libro dell'editore, Ny Agenda.

Questo libro fa male alla globalizzazione. L'esame della struttura e delle minacce della democrazia è positivo, ma gli studenti non sono invitati a riflettere ulteriormente sulla possibilità di sviluppo della democrazia. Questa è una vecchia notizia in una nuova confezione.

Martine Aurdal

____________

Spettro

Erik Sølvberget, Nils Petter Johnsrud e Sølvi Lillejord

La casa editrice di libri commerciali

Grado 2

Il mondo si è fermato

Spektrum non fa nemmeno un debole tentativo di essere interessante.

Dalla classica teoria dei ruoli nel capitolo "Individuo e società" al lungo sbadiglio "Politica e democrazia", ​​sembra che il mondo si sia fermato agli anni '1990. Internet viene sacrificato in dieci frasi esatte, e viene trattato esclusivamente come un possibile canale tra autorità e cittadini. Come è possibile non avere una sola immagine dell'11 settembre, ma immagini obsolete di soldati norvegesi delle Nazioni Unite in Libano e una serie di immagini orientaliste dall'Africa?

I capitoli sulla cultura e le relazioni internazionali sono più aggiornati, ma non riescono a inquadrare le questioni in un contesto politico norvegese. Si parla poco di come la società multiculturale o la globalizzazione sfidino il classico asse destra/sinistra. Il libro manca di buoni suggerimenti per il dibattito, perché il testo corrente è così piatto che qualsiasi dibattito deve provenire dallo studente intelligente e impegnato. In tal caso, deve ottenere le conoscenze necessarie da altre fonti.

Halvor Finezza Tretvoll

____________

Nuovo ordine del giorno

Trond Borge, Berit Lundberg e Ole Aas

La cappella

Grado 3

Facilmente

Questo libro guiderà gli studenti attraverso il programma e apparentemente poco altro. Quindi è esattamente quello che fa. Qui, il classico libro di testo è il modello, gli studenti capiscono cosa devono studiare e ottengono informazioni sufficienti per superare l'esame, in modo semplice e di facile comprensione.

Gli autori cercano l'obiettività e spesso nascondono le proprie opinioni sotto la voce "qualcuno pensa". Vengono delineate diverse teorie e modelli, ma sono poco problematizzati. Pertanto, anche gli autori chiaramente ben intenzionati cadono in alcune trappole classiche. Non aiuta scrivere "qualcuno" quando ti riferisci costantemente agli immigrati come a un gruppo. Cosa fa la problematizzazione della bigamia nella sezione sulla partnership? E perché le molestie sessuali non sono definite più chiaramente come un tipo di bullismo? La paura degli autori di apparire politicizzati significa che comunicano in modo insufficiente dibattiti importanti.

Gli autori sono in grado di fornire informazioni approfondite sulle nuove linee di demarcazione in politica in uno spazio limitato. Copre molti argomenti importanti in poco spazio ed è in grado di trasmettere fatti importanti in modo concreto. Semplice, va bene – e noioso.

Martine Aurdal

Potrebbe piacerti anche