Abbonamento 790/anno o 190/trimestre

- La Norvegia deve ritirarsi dalle missioni in Sri Lanka

- È davvero un peccato che la Norvegia stia facilitando il processo di pace in Sri Lanka e allo stesso tempo guidi gli osservatori del cessate il fuoco, afferma Morten Høglund (Frp).




(QUESTO ARTICOLO È TRADOTTO DA Google dal norvegese)

- Sono domande molto delicate, afferma Morten Høglund, rappresentante di lunga data di Frp nella commissione per gli affari esteri dello Storting, sulle questioni relative al ruolo della Norvegia in Sri Lanka.

- Sono d'accordo che è molto deplorevole che la Norvegia sia sia il facilitatore del processo di pace che il leader degli osservatori del cessate il fuoco. La Norvegia dovrebbe quindi ritirarsi dagli osservatori del cessate il fuoco, afferma Høglund, che conosce bene i problemi dopo aver visitato lo Sri Lanka.

- Ci sono molte accuse contro la Norvegia in Sri Lanka. Dobbiamo prenderlo sul serio e andare fino in fondo.La Norvegia dovrebbe essere reattiva e particolarmente attenta nei confronti delle Tigri Tamil (LTTE), che hanno problemi con la loro legittimità, afferma il politico FRP.

Høglund ritiene che le stesse accuse mosse nello Sri Lanka secondo cui le Tigri Tamil avrebbero ricevuto addestramento alle armi nel campo militare di Rena ricadano sulla loro stessa irragionevolezza.

- Questa è stata una visita, non una sessione di allenamento. Tutto ciò che fa la Norvegia deve essere trasparente, in modo da non essere percepiti come pro-LTTE. Ma se l'UE inserisce effettivamente le Tigri Tamil nella sua lista dei terroristi, e la Norvegia diventa così un rifugio per loro, allora abbiamo un problema, dice Høglund.

Altri politici della commissione per gli affari esteri sono più parsimoniosi nei loro commenti sulle critiche mosse contro il ruolo della Norvegia in Sri Lanka nel Ny Tid della scorsa settimana.

– Her pågår en prosess. Det er naturlig at ulike aktører har ulike syn. Vi har full tillit til det arbeidet som utføres av UD og norske myndigheter, sier leder av utenrikskomiteen, Olav Akselsen (Ap) i en e-post.

– Jeg kan foreløpig ikke nok om denne konflikten. Men det er naturlig at det blir debatt om Norges rolle i en fredsprosess i en krig som har vart så lenge, sier Ågot Valle (SV), som nylig har blitt medlem i utenrikskomiteen.

SV-politikeren stiller imidlertid spørsmål ved hvilke motiver ekspertene Ny Tid har snakket med har for sin kritikk av Norge.

– Dessuten var det, etter det jeg har klart å vinne ut, full åpenhet både i Norge og i Sri Lanka omkring Tamiltigrenes besøk til Rena militærleir. Besøket, hvor de fikk oppvisning i minerydding, var godkjent av myndighetene i Sri Lanka. Det er derfor underlig at dette tas opp som et problem i dag. Men det er klart, det er naturlig at det blir debatt om Norges rolle i en slik konflikt, sier Valle.

Potrebbe piacerti anche