Ordina qui l'edizione estiva

- I bambini erano cavie

La più grande azienda farmaceutica del mondo Pfizer è stata citata in giudizio per un totale di 58 miliardi di NOK in Nigeria.

(QUESTO ARTICOLO È MACCHINA TRADOTTO da Google dal norvegese)

Di Magnus Borgen magnus.borgen@nytid.no

[processo] Venerdì 20 luglio inizierà il processo per due cause legali in Nigeria, dove Pfizer è accusato di sperimentazione illegale di farmaci. Negli anni '1990, almeno undici bambini sono morti dopo aver testato un nuovo vaccino dell'azienda farmaceutica.

- Senza permesso

Nel 1996, circa 15.000 persone sono morte a causa di un focolaio di meningite infettiva nel nord della Nigeria. Le autorità del paese affermano che Pfizer ha utilizzato i bambini come cavie quando è scoppiata l'epidemia, testando il nuovo vaccino Trovan. Il preparato si è rivelato causare effetti collaterali molto sfortunati per un certo numero di bambini. Le autorità nigeriane affermano che circa 50 bambini sono morti a causa dell'uso del Trovan, mentre Pfizer afferma che ci sono solo prove per affermare che undici bambini sono morti.

La Nigeria afferma che il paese non sapeva che si trattava di una droga precedentemente non testata e non autorizzata, e oggi crede che fosse una scommessa con la vita e la salute dei bambini. In un rapporto del 2001, le autorità sanitarie nigeriane indagano sulla questione e si conclude che Pfizer non ha mai ricevuto il permesso di testare il preparato sui bambini nigeriani. Per ragioni sconosciute, il rapporto è stato tenuto segreto fino a maggio 2006, quando il Washington Post ha iniziato a scavare nella questione. Il dottor Abdulsalam Nasidi, il capo del gruppo che ha redatto il rapporto nigeriano, in seguito ha affermato di aver ricevuto minacce di morte in relazione al suo lavoro.

Gravi effetti collaterali

Trovan è stato approvato per l'uso da parte di adulti negli Stati Uniti nel 1997. Anche altri cinque o sei paesi hanno consentito l'uso del medicinale, ma non senza avvertimenti. Nel 1998, la FDA statunitense iniziò a ricevere segnalazioni di gravi danni al fegato nei pazienti con Trovan, e nello stesso anno le autorità statunitensi emisero un avviso chiedendo che fosse prestata particolare attenzione agli effetti collaterali del preparato.

- Questo caso è stato preso in considerazione l'ultima volta da noi nel 1999, afferma il consulente per le informazioni Berit Rekve presso l'Agenzia norvegese per i medicinali.

Afferma che la Pfizer ha ricevuto l'autorizzazione all'immissione in commercio per il Trovan in Norvegia nel febbraio 1999. Nel giugno dello stesso anno, l'autorizzazione è stata sospesa nell'UE, dopo che la stessa Pfizer ha dichiarato che vi erano state un totale di 152 segnalazioni di gravi danni al fegato, di cui otto morti, quando si utilizza la preparazione .

Nessun commento

Il Trovan non era commercializzato in Norvegia quando sono sorti i problemi di sicurezza e, secondo Ny Tid, la Pfizer non ha successivamente richiesto l'autorizzazione alla vendita in Europa.

Ny Tid è stata in contatto con l'amministratore delegato di Pfizer Norvegia, Håvard Selby Ebbestad, che non vuole commentare la questione. Ebbestad si riferisce al responsabile delle comunicazioni di Pfizer, Hans Petter Strifeldt. Ny Tid ha cercato invano i commenti di uno Strifeldt in vacanza. Grethe Aasved, direttore delle pubbliche relazioni di Pfizer, rimanda Ny Tid al direttore delle informazioni Sven-Eric Söder di Pfizer Svezia per commenti in merito. Söder non desidera parlare a nome di Pfizer Norway.

Potrebbe piacerti anche