Ordina qui l'edizione primaverile con il documento di avvertimento

Per avere la vita di tutti i giorni in suo potere

ANARCHISMO: Se non ora quando? L'ecologia sociale è una risposta?

Niels Johan Juhl-Nielsen
Juhl-Nielsen risiede a Copenaghen.

Le riprese televisive da Bergamo di lunghe file di veicoli militari che trasportavano esseri umani lontano dagli ospedali hanno rivelato una spaventosa repentinità e allarmato il nostro istinto di sopravvivenza. La civiltà era minacciata?

Sebbene il riscaldamento globale e i cambiamenti nella biodiversità non arrivino con la stessa rapidità, queste minacce con i loro "punti critici" devono ora richiamare il mondo in misura ancora maggiore. Che altro se non la prospettiva del collasso attende la comunità mondiale o parti di essa?

Questo dovrebbe quindi parlarci della necessità di sviluppare una collassoologia con concetti coerenti e in un linguaggio che possa unire l'umanità in una trasformazione e azione. Un'immagine del futuro che può indicare una via oltre i "punti critici" e crollare?

Ecologia sociale

Nella sua giovinezza, Murray Bookchin si rese conto della necessità di abbattere la società di classe attraverso la costruzione di comunità locali. Ha sviluppato uno stretto rapporto con la natura e ha capito che la nostra visione della natura poteva essere divisa in due. In parte nella natura in cui l'uomo è naturalmente coinvolto, ma dove la natura ha la sua vita («la natura non umana»), in parte in una natura che l'uomo ha fissato e continua a lasciare il segno e che minaccia la civiltà («natura umana») .

Significativamente più che nella società di classe, Bookchin si rese conto che la società si sviluppa anche con il supporto delle gerarchie sotto forma di consigli degli anziani, patriarcato e rapporto tra uomo e donna. Sì, in generale sono le gerarchie e le istituzioni che formano le pietre angolari della società e svolgono un ruolo cruciale nella struttura del dominio. È lo Stato che – sostenuto dal suo apparato di violenza – tiene insieme le istituzioni e le gerarchie e che allo stesso tempo è garante del mantenimento dei diritti di proprietà privata.

Il ricordo dell'attaccamento umano alla terra è sopravvissuto.

Oggi, come esseri sociali, portiamo con noi reminiscenze delle forme di solidarietà del passato, contro le quali dobbiamo affrontare e spogliare ciascuno sviluppando l'autorità personale di «padrone della nostra casa». Con la società di mercato, abbiamo inoltre a che fare con un meccanismo completamente impersonale e autonomo, che è strutturato intorno ai principi convincenti della concorrenza brutale di «crescita o morte».

Pertanto, Bookchin ha lavorato tutta la sua vita sulla questione di come dare al potere una forma concreta di liberazione istituzionale. Qui, il contributo principale di Bookchin è l'ecologia sociale. Come l'uomo è armoniosamente parte della natura («la natura non umana»), così l'uomo deve avere intorno a sé una comunità locale con il comune come struttura organizzativa immediata. Nel comune e in un senso più ampio nella bioregione, i cittadini possono stabilire le proprie istituzioni che possono sostenere democraticamente l'ecologia sociale.

Ma inizia e finisce – al di là dei traumi della vita personale e dei traumi in cui siamo nati (la bomba atomica!) – con lo sviluppo dell'autorità personale come parte e sviluppata in relazione alla comunità locale aiutata dalla democrazia diretta nelle assemblee pubbliche e con le comunità locali e comuni legati insieme secondo i principi confederati. Qualsiasi tipo di stato deve essere evitato qui. Etica e valori dovrebbero costituire la bussola degli esseri umani.

Molti anni di sviluppo difettoso

L'idea di padroneggiare la natura nasce dalla mentalità gerarchica e dalle relazioni di classe che si sono sviluppate nel corso della storia. Per progresso si intende, ad esempio, il progresso delle imprese, dove il commercio ha come scopo fondamentalmente la lotta per il profitto e lo sviluppo del commercio mira ad espandere il mercato.

Storicamente, l'uomo ha vissuto naturalmente in famiglie con un forte senso di solidarietà e coesione di gruppo. I valori derivavano da una raccolta di costumi irriflessi. Con lo sviluppo del commercio è arrivata l'emergere delle città e una politica cosmopolita urbana che ha contribuito allo sviluppo di un'etica razionale. L'uomo ha cominciato a percepirsi sempre di più come appartenente a una comunità unita di persone, piuttosto che come un popolo etnico o un gruppo di parenti.

“Il Rojava è visto come un paradiso per la democrazia di base basata sui principi
su femminismo, ecologia, pluralismo culturale, democrazia partecipativa e sharing economy collaborativa ".

Molti anni di cattivo sviluppo con un legame sempre più sciolto con la natura hanno messo l'uomo in una situazione in cui è diventato sempre più difficile orientarsi. La minaccia alla biodiversità nella "natura non umana" è in aumento quando le istituzioni e la tecnologia devono garantire costantemente la sopravvivenza umana.

Poiché non ci intromettiamo e ci attacciamo a un'ecologia sociale, rimaniamo al livello del trattamento dei sintomi invece di essere curativi.

Con lo sviluppo delle gerarchie e dei domini è nata sia l'illusione che la natura possa essere separata dalla comunità sociale, ma anche che la natura possa essere soggetta al dominio dell'uomo. Nell'ecologia sociale, il futuro dell'uomo va di pari passo con il futuro della natura non umana. Non da ultimo l'agricoltura industriale ha causato gravi danni alla natura. Indipendentemente da ciò, il ricordo dell'attaccamento umano alla terra è sopravvissuto.

Nella misura in cui il movimento per il clima e l'ambiente oggi si concentra solo sul fatto moralmente riprovevole che la produzione non tiene conto di considerazioni ecologiche e che si tratta solo di cambiare gli stili di vita, si trascura la necessità di un cambiamento sociale radicale. Perché l'amoralità della società oggi è strutturalmente condizionata «e fattori etici, psicologici, religiosi ed emotivi non trovano posto dove« gli affari sono affari ». Il sistema richiede crescita o dobbiamo morire!

Assemblee del popolo

L'obiettivo dell'ecologia sociale con le istituzioni della società è quindi che l'uomo deve essere sostenitore etico consapevole sia della nostra personale che del benessere della «natura non umana».

Tale radicalismo richiede la costruzione di un ampio movimento sociale, che possa concentrarsi sul decentramento delle città odierne in comunità che cooperano reciprocamente che devono essere integrate delicatamente nei loro ambienti naturali. La specializzazione dei movimenti di base nelle singole aree può contribuire a ciascuna delle loro specifiche aree di interesse.

Le esigenze regionali della comunità locale devono qui essere soddisfatte sulla base della volontà di tenere conto dei confini del pianeta con le energie rinnovabili, l'agricoltura biologica e il diverso design industriale organizzato in modo da non gravare sull'uomo. Con riciclaggio e prodotti di qualità. Il lavoro noioso e monotono deve essere sostituito dal lavoro creativo e dall'artigianato.

Le decisioni politiche devono essere attuate democraticamente nelle assemblee popolari. Ciò fornirà anche migliori opportunità per la produzione e lo sviluppo di istituzioni democratiche. I comuni potrebbero entrare in partnership e realizzare il diritto all'autogoverno sulla base di una rete di consigli confederati.

Quando il potere è istituzionalizzato nelle democrazie dirette di persone che, in virtù dell'essere esseri sociali e sono perfettamente abilitate a prendere decisioni nelle nuove assemblee municipali, le persone conosceranno il suo potere potenziale. Ciò porterà inevitabilmente al libero comune di esistere in un aperto rapporto di tensione con lo Stato nazione.

A sostegno delle teorie di Bookchin, la guerra civile spagnola costituì un importante oggetto di studio. Qui le persone stesse sono state attive nei processi sociali per trovare una forma di organizzazione che potesse scatenare una forza creativa che fino ad allora era stata vincolata da gerarchie e classi. Bookchin ha anche imparato una lezione dalla tragica sconfitta – alla fine – del fascismo.


Murray Bookchin

Murray Bookchin – Comunalismo

Murray Bookchin (1921-2006) è stato un teorico sociale americano, autore, oratore, storico e filosofo politico. Come pioniere nel movimento ambientalista, Bookchin ha formulato e sviluppato la teoria dell'ecologia sociale e della pianificazione urbana con riferimenti all'anarchismo, al pensiero libero socialista e alla filosofia ambientale. All'inizio Bookchin è stato ispirato da sua nonna, che era organizzata politicamente in un'organizzazione rivoluzionaria. Da giovanissimo si è organizzato politicamente e ha scelto il trotskismo allo stalinismo. Era sconvolto dai problemi con le sostanze chimiche nel cibo e pubblicò un libro su questo anche prima che Rachel Carson pubblicasse il suo libro Primavera silenziosa. Nel 1958, si definì un anarchico, trovando una sovrapposizione tra l'anarchismo e il suo lavoro ambientale. Bookchin ha scritto due dozzine di libri che trattano argomenti di politica, filosofia, storia, affari urbani ed ecologia sociale. Tra i più importanti c'erano Our Synthetic Environment (1962), Anarchism Post-Scarcity (1971), The Ecology of Freedom (1982) e Urbanization Without Cities (1987). Bookchin voleva conciliare la necessità ecologica con i migliori ideali utopici. Deve esserci una liberazione del sé – per un "io" che ha la vita quotidiana in suo potere. Bisogna vivere la rivoluzione. Il soggetto rivoluzionario deve riguadagnare se stesso – ciò che scatenerà le forze libidiche. Bookchin si rese conto inoltre che lo sviluppo tecnologico della società consente una società diversa. Invece dell'opposizione lavoro / capitale, per Bookchin si trattava prima di tutto di "vincere" le città. Si è concentrato sul decentralismo ecologico e sulla democrazia diretta. Alla fine degli anni '1990 divenne insoddisfatto di quello che vedeva come uno "stile di vita" sempre più politico nel movimento anarchico moderno e smise di riferirsi a se stesso come un anarchico e fondò la sua ideologia socialista libertaria chiamata "comunalismo". , che ha cercato di conciliare il pensiero marxista e anarchico. Le sue idee hanno influenzato i movimenti sociali sin dagli anni '1960, tra cui la New Left, la Campaign Against Nuclear Weapons, il movimento anti-globalizzazione e Occupy Wall Street. Bookchin era una figura centrale nel movimento verde americano.

Vedi anche: I curdi in Rojava og Il modello ecologico sociale di Bookchin ispira

I più letti

Saggio / Ero completamente fuori dal mondo
L'autrice Hanne Ramsdal racconta qui cosa significa essere messi fuori combattimento e tornare di nuovo. Una commozione cerebrale porta, tra le altre cose, al cervello che non è in grado di smorzare impressioni ed emozioni.
Prio / Quando vuoi disciplinare silenziosamente la ricerca
Molti di coloro che mettono in dubbio la legittimità delle guerre statunitensi sembrano subire pressioni dalla ricerca e dalle istituzioni dei media. Un esempio qui è l'Istituto per la ricerca sulla pace (PRIO), che ha avuto ricercatori che sono stati storicamente critici nei confronti di qualsiasi guerra di aggressione, che a malapena sono appartenuti agli amici intimi delle armi nucleari.
Spagna / La Spagna è uno stato terrorista?
Il paese riceve aspre critiche internazionali per l'ampio uso della tortura da parte della polizia e della guardia civile, che non viene mai perseguito. I ribelli del regime sono imprigionati per sciocchezze. Le accuse e le obiezioni europee vengono ignorate.
Covid19 / Vaccino coercitivo all'ombra della crisi della corona (di Trond Skaftnesmo)
Non c'è un vero scetticismo da parte del settore pubblico sul vaccino coronarico: la vaccinazione è raccomandata e le persone sono positive riguardo al vaccino. Ma l'abbraccio del vaccino si basa su una decisione informata o su una cieca speranza per una normale vita quotidiana?
Militare / I comandanti militari volevano annientare l'Unione Sovietica e la Cina, ma Kennedy si mise in mezzo
Ci concentriamo sul pensiero militare strategico americano (SAC) dal 1950 ad oggi. La guerra economica sarà completata da una guerra biologica?
Bjørneboe / Nostalgia
In questo saggio, la figlia maggiore di Jens Bjørneboe riflette su un lato psicologico meno conosciuto di suo padre.
Blocco a Y / Arrestato e messo su cella liscia per blocco Y.
Ieri sono stati portati via cinque manifestanti, tra cui Ellen de Vibe, ex direttore dell'agenzia di pianificazione e costruzione di Oslo. Allo stesso tempo, l'interno Y finì in contenitori.
Tangen / Un ragazzo cesto perdonato, raffinato e unto
L'industria finanziaria prende il controllo del pubblico norvegese.
Ambiente / Il pianeta degli umani (di Jeff Gibbs)
Per molti, le soluzioni di energia verde sono solo un nuovo modo per fare soldi, afferma il direttore Jeff Gibbs.
Mike Davis / La pandemia creerà un nuovo ordine mondiale
Secondo l'attivista e storico Mike Davis, i bacini selvatici, come i pipistrelli, contengono fino a 400 tipi di coronavirus che stanno solo aspettando di diffondersi ad altri animali e umani.
Unità / Newtopia (di Audun Amundsen)
L'aspettativa di un paradiso libero dai progressi moderni è diventata l'opposto, ma soprattutto Newtopia riguarda due uomini molto diversi che si sostengono e si aiutano a vicenda quando la vita è più brutale.
Anoressia / AUTORITRATTO (di Margreth Olin, ...)
spudorato usa il corpo torturato di Lene Marie Fossen come una tela per il dolore, il dolore e il desiderio nella sua serie di autoritratti – rilevanti sia nel documentario AUTORITRATTO e nella mostra Gatekeeper.