Teatro della crudeltà

Dal silenzio siamo venuti, al silenzio rimarremo

La rivelazione
Forfatter: Erland Kiøsterud
Forlag: Oktober (Norge)
… e solo dal silenzio possiamo risorgere. 

Negli ultimi anni, l'opera letteraria di Erland Kiøsterud ha ruotato attorno a temi come la vulnerabilità della vita, la consapevolezza ecologica e la possibilità di ribellione. Poi anche il suo ultimo romanzo La rivelazione – una continuazione di Lavoro manuale, pubblicato nel 2015. La rivelazione parla di Christian, proprietario di una pensione vicino all'Oslofjord con la moglie Magda-Marie, e di un gruppo di senzatetto che, alla mercé della coppia, vanno a vivere nella pensione. 

Ciò che spinge in avanti la trama è un senso di dissoluzione delle cose e dei luoghi. Qualcosa si nasconde sullo sfondo, è tornato, si riversa nel mondo. La vita è vissuta in un silenzioso stato di emergenza. Quello si chiama il silenzio – è un'immagine dell'esistenza così com'è, senza alcuno scopo intrinseco, in un mondo che potrebbe anche essere diverso? È anche un'immagine della meraviglia della vita? In presenza e intimità? L'accordo di fondo di questo libro risuona in parte attraverso lo smarrimento dei protagonisti di fronte alla loro perduta coesione con il mondo, l'un l'altro e con tutti gli esseri viventi, e in parte attraverso un cinismo che attraverso l'espansione economica chiama e mangia indifferentemente dove una vita possibile è . . .

Caro lettore.
Per saperne di più, crea un nuovo account lettore gratuito con la tua email,
o registrazione se lo hai già fatto in precedenza (clicca sulla password dimenticata se non l'hai già ricevuta via email).
Seleziona qualsiasi Abbonamento (€ 69)

Alessandro Carnera
Alexander Carnera
Carnera è una scrittrice freelance, vive a Copenaghen.

Potrebbe piacerti anche