Alexander Huser

Huser è un critico cinematografico regolare in Ny Tid.

Articoli scritti da ...

Il diavolo è nel sistema

PENA DI MORTE: Il vincitore di Berlino Non c'è nessun diavolo è una dichiarazione forte contro le esecuzioni statali iraniane e una rappresentazione moralmente complessa del vivere in una società totalitaria.

30 anni con Film fra Sør

FESTIVAL DIGITALE: "È un anno speciale", affermano Lasse Skagen e Åse Meyer di Film fra Sør. Con la chiusura dei cinema di Oslo, l'edizione per l'anniversario di quest'anno del festival sarà organizzata digitalmente.

Una bestia potente e diversa

OLOCAUSTO: The Painted Bird è un film potente e inquietante che descrive le esperienze crudeli di un ragazzo nell'Europa orientale durante la seconda guerra mondiale.

DISSTOPIA DI HUXLEY: Cosa preferiresti essere – felice o libero?

FANTASCIENZA: La serie TV basata sul Brave New World di Aldous Huxley contiene – includendo la sorveglianza digitale – anche un elemento essenziale della visione distopica del futuro di George Orwell.

Soldati coraggiosi e critiche di sistema perse

cinema rilevante Il Outpost conferma la svolta che i film di guerra americani hanno preso dalle critiche sistemiche al culto degli eroi.

Vincitori di cortometraggi con pungiglione politico

FILM CORTO NORVEGESE: Molti dei film al festival del cortometraggio digitale di quest'anno a Grimstad hanno affrontato temi politici attuali.

Forte dramma di ostaggi dalla realtà

IS-CATCH DANESE: Il film sul danese Daniel Rye, catturato dall'IS in Siria, mostra che il film scandinavo non deve essere un divertimento senza denti per colpire ampiamente.

I limiti del vero

TURISMO E AUTENTICITÀ: Il film distintivo Bait descrive il conflitto tra pescatori e vacanzieri locali in Cornovaglia ed è un dramma socialista realizzato in un modo socialmente sorprendentemente piccolo.

L'uomo onnisciente ma predeterminato

VOLONTÀ LIBERA: Magistralmente, la miniserie pone le grandi domande di Dev su una visione del mondo deterministica contro il libero arbitrio e il potere quasi illimitato delle moderne società "tecnologiche".