Erland Kiøsterud

Autore e saggista.

Articoli scritti da ...

Tutto ciò che amiamo è transitorio, fugace, temporaneo

SAGGIO: È la nostra comprensione di sé che è in gioco oggi. Con i loro soggetti aggressivi, in parte gonfiati, i tecnologi, gli economisti e gli artisti occidentali si sono seduti per secoli al di sopra della natura. Nell'ecosistema, l'uomo è nella natura, è una parte della natura, da cui dipende completamente. Possiamo proteggere biotopi, habitat, fiumi, laghi, suoli, oceani e comuni? Questo saggio esamina cinque libri che esaminano l'ecosistema.

Vivere nell'ecosistema terrestre

La nozione di natura come fonte di armonia è profondamente radicata nel movimento ecologico. Abbiamo bisogno di nuove storie sulla nostra specie per sopravvivere?

L'Agamben e l'etica dell'astinenza

La comunità che verrà è un testo appreso, ricco, complesso e talvolta oscuro. Qua e là confina con il misticismo: Agamben svuota il montone di un Dio Padre patriarcale con una mano e reintroduce con Spinoza tutta la divinità delle cose con l'altra, prima di rimetterla tutta nel profano, e quindi tenere la "soluzione", un'aura tremante, davanti a noi.

Rimane una domanda filosofica

- e la risposta determinerà l'ulteriore vita del globo.

"La nostra violenza non ha eguali nella storia del globo"

Il nostro consumo naturale ha già spazzato via centinaia di culture e migliaia di specie. A lungo termine, può anche minacciare le nostre tasche locali di ricchezza e ordine. 

Grandi momenti di imperfezione

Guttorm Nordø mette in scena la nostra esperienza di essere nel mondo – come se fossimo appena arrivati.

L'ecologia della conversazione

L'autore Erland Kiøsterud risponde alla professoressa di filosofia Arne Johan Vetlesen discutendo della violenza quasi onnipresente nella società, nella natura e nel pensiero.

Il silenzio prima della vita e dei suoni – verso una metafisica radicale ed ecologica

È il peccato dell'umanità o il desiderio di vita che ha portato lo squilibrio ecologico al globo? Erland Kiøsterud nella sua risposta al professor Arne Johan Vetlesen.

Fame e bellezza

Qual è la nostra insaziabile fame di bellezza? Dove ha le sue radici? E perché il silenzio si sta diffondendo ora?