Abbonamento 790/anno o 190/trimestre

Francesca Borri

Borri è un corrispondente di guerra e scrive regolarmente per Ny Tid.

La provincia di Samangan conta 438 abitanti, distribuiti in 000 comunità prive di acqua, elettricità e copertura mobile

AFGHANISTAN: Riportiamo qui il reportage di Francesca Borri da Dara-i-Suf in Afghanistan – terra di famiglie e di alleanze di famiglie.

Dove il 97 per cento della popolazione vive sulla soglia della fame

AFGHANISTAN: Zarifa Ghafari è nella lista della BBC delle 100 donne più influenti del mondo. Questo sindaco afghano sa bene di essere un simbolo, ma forse soprattutto un'attrazione.

Spari intervallati dalle sirene delle ambulanze

GENESI: Quelli che ieri sera erano i nuovi martiri, i nuovi eroi che si potevano celebrare, ora sono solo nuovi cadaveri. Questa città è il simbolo della sconfitta dell'accordo di Oslo.

I talebani – un anno dopo

Herat: Che aspetto ha Herat in Afghanistan un anno dopo la presa del potere dei talebani? Herat è l'esempio di come potrebbe essere l'Afghanistan, poiché la città ha 780 posti nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO. Questo rapporto offre uno sguardo sia dagli anni '1970 che oggi.

Una giornata tipo a Sheikh Jarrah

GERUSALEMME: Vengo colpito da un secchio d'acqua, una mela, un sasso. Una bottiglia di vetro. Un uomo accende lo stereo nel mio orecchio. Mi sto muovendo. provo a scrivere. Un ragazzino arriva di corsa e mi ruba la penna. "Vuoi un caffè?" chiede un uomo gentilmente. Mi lancia una tazza.

Due ragazze con le mani giunte fissano a terra senza espressione

AFGHANISTAN: Sangin – durante vent'anni di guerra, quest'area è stata il campo di battaglia più sanguinoso. Ricorda le rovine romane. Nel 2001, un afghano su tre stava morendo di fame, ora uno su due sta morendo di fame.

Non si tratta di pace, ma di smart business

MEDIO ORIENTE: Mentre altri paesi erano preoccupati per il covid-19, arabi e israeliani, senza interferenze esterne, potevano concentrarsi sulla pace. E affari.

La Primavera Araba e noi – dieci anni dopo

SAGGIO: La Primavera araba è stata principalmente una rivolta contro la disuguaglianza. Qual'era il risultato?

Il popolo libanese non si arrende

LIBANO: "Torniamo a casa quando il governo torna a casa", affermano i manifestanti al Riad al-Solh a Beirut.