Ordina qui l'edizione primaverile con il documento di avvertimento

Ambivalente sulla manipolazione genica

Human Nature
Regissør: Adam Bolt
(USA)

GENREDIGERING: Den nye genteknologien setter mye på spill for pasienter, foreldre og forskere. Når det å la naturen gå sin gang blir kontroversielt, blir valgmulighetene i seg selv et problem.

(Maskin-oversatt fra Norsk av Gtranslate (utvidet Google))

Adamo bulloni Human Nature (mostrato su NRK il 3 dicembre e disponibile su NRKTV), con i suoi numerosi riconoscimenti e riconoscimenti, si presenta come un documentario definitivo sulla nuova rivoluzione interiore editing di genere. Molte persone hanno già imparato le basi: CRISPR è una tecnica di taglio e incollaggio per i geni, che rende gli interventi sui geni delle cellule e nel materiale genetico molto più facili, economici e precisi di quanto chiunque osava sognare 10 anni fa. Ci stiamo muovendo su un piano inclinato se permettiamo tali cambiamenti, dove finiamo con un controllo di laboratorio obbligatorio e onnicomprensivo sulla riproduzione umana? Gli interventi si fanno sempre più precisi, ma le conseguenze sociali rimangono confuse.

Trattare tecnologia genetica in formato documentario è quindi una danza di linea cinematografica, poiché il montaggio del materiale documentario si apre anche a manipolazioni pericolose ed effetti indesiderati. La trama di un ragazzo con una malattia ereditaria del sangue viene raccontata con un occhio impressionante per le sfumature. Può ancora sembrare che lo sviluppo principale del film, supportato da eloquenti scelte musicali nella colonna sonora, sia un viaggio dall'oscuro incubo dell'igiene razziale ai sogni futuri speranzosi della nuova tecnologia genetica. Allo stesso tempo, questa narrazione del progresso è presentata con un'ironia cinematografica e uno sguardo all'eccesso scientifico – che ci ispira allo scetticismo senza prendere una posizione in modo chiaro.

Cosa è cambiato?

Come comunicazione fattuale, d'altra parte, il film è superbo nella sua chiarezza. L'efficienza della tecnologia è illustrata e spiegata – e la sua straordinaria efficienza ci sorprende per un futuro che pensavamo avrebbe aspettato. I primi esseri umani modificati da CRISPR sono già nati in Ucraina e in Cina. Poiché la legge spetta a ciascun paese, nessuna limitazione può proteggerci dal fatto che siamo di fronte a un bivio: non solo la storia umana, ma l'intera storia dell'evoluzione, può ora essere suddivisa in tempo. prima e dopo evoluzione consapevole e tecnica dell'uomo. Jennifer Doudna, che ha scoperto la tecnica CRISPRcas9 con Emanuelle Charpentier, ha di conseguenza chiamato il suo libro sulla svolta Una crepa nella creazione (2017) Nel film, come nel libro, descrive anche un incubo in cui incontra Adolf Hitler in una sala conferenze. Le si rivolge con uno zelo freddo e lusinghiero: «parlami di questo meraviglioso tecnologia hai scoperto ».

- annuncio pubblicitario -

I problemi che pensavamo di aver evitato nell'affrontare l'igiene razziale nazista stanno ora tornando sotto forma di mille scelte intrusive. È relativamente poco controverso condurre la terapia genica, in cui influenziamo le cellule del corpo per combattere il cancro o simili. La questione controversa è se dovremmo permettere a noi stessi di eliminare i geni prima che nascano i bambini e creare miglioramenti percepiti che verranno ereditati. Più che i cambiamenti dell'individuo, è fondamentale lasciare che l'uomo faccia il passo per diventare un essere che si auto-modifica.

Banalizzazione e sdrammatizzazione

Un'importante bioetica, Alta Charo, ha una notevole quantità di spazio nel film. Con tono indignato, minimizza l'angoscia delle persone per la tecnologia genetica e fornisce alcune argomentazioni sottili e da far rizzare i capelli. Afferma, ad esempio, che per decenni si è parlato di pericolosi effetti sociali dell'ingegneria genetica sugli esseri umani, senza che questi diventassero realtà. Questo non potrebbe avere a che fare proprio con leggi ben motivate e restrittive, o con il fatto che la tecnologia ha in realtà solo cinque anni?

È difficile capire chi dovrebbe colpire l'ironia quando le belle de-drammatizzazioni dello scetticismo del pubblico di Charo sono intervallate da lungometraggi televisivi eccessivamente drammatici degli anni '1970 e titoli scandalosi sui bambini firmati, accompagnati dalla fanfara teatrale dell'orrore di Modest Musorgsky di Una notte a Blokksberg.

Attraverso la retorica che la tecnologia non è né cattiva né buona e che dipende da chi la usa, Charo salta al nocciolo del problema: che le azioni ben intenzionate possono avere effetti indesiderati e cattivi. Il fatto che il suo interesse personale e il suo profitto per la medicina si mascherino da cura rende più complicata la questione delle buone intenzioni, e le sue stesse affermazioni da consulente – ei molti segmenti che le vengono dati nel film – diventano altrettanto preoccupanti.

Le coincidenze della natura e i piani della scienza

"Il sesso è per la ricreazione, la scienza è per la procreazione", afferma Stephen Hsu, il fondatore di Previsione genomica. Piuttosto che tirare i dadi o lasciare al caso la scelta degli embrioni in vitro, possono essere scansionati ei genitori possono fare una scelta informata. Non c'è dubbio che questo sia qualcosa che molti genitori preoccupati possono desiderare. Incontriamo genitori e figli che hanno sofferto enormemente di malattie ereditarie e concludono che è disumano non prevenire la sofferenza se possiamo. Con la nuova tecnologia, dobbiamo quindi rispondere ai cambiamenti che abbiamo ikke fare.

Avremo in futuro super soldati iper-robusti, chiede Vladimir Putin con sincera preoccupazione in un discorso. Avremo figli con superpoteri? O manichini prodotti in serie? Stephen Hsu da Previsione genomica è in linea di principio un pensiero aperto che un mercato libero per le modificazioni genetiche porterà i genitori a scegliere bambini con caratteristiche diverse. Alcuni enfatizzeranno l'atletico, mentre altri daranno la priorità all'intelligenza o alla bellezza – e così "mille fiori sbocceranno". Cosa succede quando i bambini vengono trasformati in articoli in un catalogo prodotti o riprogrammati con un programma per computer? I genitori rivendicheranno il diritto di reclamo?

Una nuova creazione

Verso la fine del film, un prete fa un sermone sul montaggio di genere e chiede cosa significhi essere creati a immagine di Dio – ora che sembriamo sempre più interpretare un dio. Il film taglia goffamente una sezione con il genio più pericoloso della tecnologia genetica, George Church – che ha una grande barba bianca che gli ricorda il dipinto di Michelangelo del Padre. Il dipinto della creazione di Michelangelo ha adornato anche la copertina del suo libro selvaggio del 2012 con il titolo Regenesis – Come si trasformerà la biologia sintetica Natura e noi stessi. Il documentario segue qui, leggermente ironicamente, con una canzone angelica e una musica per arpa nella colonna sonora, mentre Church parla di quanto irragionevole si senta di aver già compiuto 63 anni e presto camminerà nella brughiera. Vuole usare le sue conoscenze per invertire il processo di invecchiamento, quindi può fare ricerca per altri cento anni. Porterà in vita anche specie estinte, tra cui la più spettacolare, il mammut. Ha dichiarato l'obiettivo del progetto Ravviva e ripristina è riparare ecosistemi danneggiati, ma non nasconde il fatto che il desiderio di spingersi oltre i confini del possibile è una forza trainante altrettanto forte.

Neutralità alla moda o squisita ambivalenza?

Il film ha senso dare voce a ottimisti moderati ed estremi, per dare un quadro completo di quanto lontano sia arrivato lo sviluppo. La tendenza in Human Nature È, tuttavia, che l'input critico e pessimistico – spesso sotto forma di musica inquietante e spezzoni di film inseriti – spesso proviene dal passato, da film di finzione o da team non scientifici – come a suggerire che le obiezioni si basano su fantasie paurose o performance antiquate. L'assenza di forti obiezioni davvero forti dell'epoca – a parte una clip scarsa e senza contesto del critico Hille Haker – fa sì che il film sia dominato da moderati ed estremi ottimisti. Il film permette al pubblico di decidere da solo e possiamo solo sperare che il regista non sopravvaluti il ​​suo pubblico con la sua neutralità, che rasenta il tendenzioso.

In ogni caso, questo film squisitamente ambivalente ha molto successo e difficilmente può essere accusato di essere frivolo. Termina con un tono di serietà cosmica, trasportato da una musica dolcemente languida che invita a una sorta di fatalista meraviglia: "Dopo due miliardi di anni di evoluzione, siamo arrivati ​​alla fine dell'inizio", sentiamo dire una voce. Allora dove stiamo andando?

Anders Dunker
Filosofo. Critico letterario regolare a Ny Tid. Traduttore.

Dai una risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Surreale / Le sette vite di Alejandro Jodorowsky (di Samlet e a cura di Bernière e Nicolas Tellop)Jodorowsky è un uomo pieno di arroganza creativa, illimitato impulso creativo e completamente senza desiderio o capacità di scendere a compromessi con se stesso.
Giornalismo / "Puzza di giornalismo" contro gli informatoriIl professor Gisle Selnes scrive che l'articolo di Harald Stanghelle su Aftenposten del 23 febbraio 2020 "sembra una dichiarazione di sostegno, [ma] si trova come cornice attorno all'attacco aggravato ad Assange". Ha ragione lui. Ma Aftenposten ha sempre avuto questo rapporto con gli informatori, come nel caso di Edward Snowden?
A proposito di Assange, tortura e punizioneNils Melzer, relatore speciale delle Nazioni Unite sulla tortura e altri trattamenti o pene crudeli, inumani o degradanti, dice quanto segue su Assange:
Con spina dorsale e bussola etica intatteAVVISO Abbiamo bisogno di una cultura dei media e di una società basata su responsabilità e verità. Oggi non lo abbiamo.
Espediente / Teoria del trucco (di Sianne Ngai)Sianne Ngai è una delle teoriche culturali marxiste più originali della sua generazione. Ma sembra desiderosa di trascinare l'estetica nel fango.
Scioglimento della convivenza / Le rotture coniugali nell'Africa subsahariana musulmana (di Alhassane A. Najoum)È costoso sposarsi in Niger anche se il prezzo della sposa varia e, in caso di divorzio, le donne sono obbligate a rimborsare il prezzo della sposa.
Etica / Quali sono i principi etici alla base delle prime punture di vaccino?Dietro la strategia di vaccinazione delle autorità c'è un caos etico.
Cronaca / La Norvegia al vertice dell'Europa nel nazionalismo?Sentiamo costantemente che la Norvegia è il miglior paese del mondo, ma questo non è necessariamente il caso della stragrande maggioranza dei norvegesi e delle persone che si trasferiscono qui.
Filosofia / Disobbedire! Una filosofia di resistenza (di Frédéric Gros) Perché, dove, quando e per quanto tempo siamo obbedienti?
Mitologie / Il cacciatore celeste (di Roberto Calasso)Nei quattordici saggi di Calasso ci troviamo spesso tra mito e scienza.
Cina / La conquista silenziosa. Come la Cina sta minando le democrazie occidentali e riorganizzando il mondo (di Clive Hamilton e Mareike Ohlberg)È noto che la Cina sotto Xi Jinping si è sviluppata in una direzione autocratica. Gli autori mostrano come l'effetto si sia diffuso nel resto del mondo.
Nawal el-saadawi / Nawal El-Saadawi – in promemoriaUna conversazione su libertà, libertà di parola, democrazia ed élite in Egitto.
- Annuncio pubblicitario -

Potrebbe piacerti ancheRelazionato
Consigliato