Abbonamento 790/anno o 190/trimestre

Esplorare la sessualità disinibita senza essere giudicati dagli altri

Le nuove leggi dell'amore: appuntamenti online e privatizzazione dell'intimità
Forfatter: Marie Bergström
Forlag: Polity (USA)
DATING / Marie Bergström esamina l'amore e la sessualità moderni in relazione agli appuntamenti online. Ma gli appuntamenti online sono davvero così sicuri come lei afferma?




(QUESTO ARTICOLO È TRADOTTO DA Google dal norvegese)

La tecnologia di comunicazione odierna ha reso gli appuntamenti online più popolari che mai. Durante la pandemia, le restrizioni e l'isolamento ci fanno cercare costantemente il contatto umano attraverso piattaforme digitali. Cosa avremmo fatto senza Internet durante la pandemia? Non è bene dirlo.

Quello che sappiamo è che gli appuntamenti online sono qui per restare. IN Le nuove leggi dell'amore La sociologa e ricercatrice Marie Bergström ritrae il fenomeno osservando l'amore e la sessualità moderni del nostro tempo. Il punto di partenza del libro sono le interviste ai giovani francesi che si frequentano esclusivamente in digitale.

Il libro è diviso in due parti: La prima parte si occupa della privatizzazione di incontri, intitolato "La privatizzazione degli appuntamenti", e si compone di quattro sottocapitoli: "La storia del matchmaking", "Tecnici degli appuntamenti", "Le chiavi del successo" e "Tempo per il sesso e l'amore". La seconda parte si intitola "Disuguali davanti alle leggi dell'amore": con i sottocapitoli "Classe a prima vista", "L'età dei single" e 2Digital Double Standards". Infine, ha la sua sezione conclusiva, che ha chiamato "Questioni private".

Rapporto di coppia

Ci sono più persone single negli anni 2020 che negli anni 1970. Questo non perché oggi sia più difficile entrare in una relazione; Anzi. Secondo Bergström sono altrettanti quelli che entrano relazione oggi come nel passato. La differenza è che ora ci sono più persone che stanno mettendo fine a questa situazione. Ma esiste ancora il timore che il matrimonio e l’amore siano minacciati e sul punto di scomparire. Ecco perché siamo ancora alla ricerca.

Quando ci incontriamo online, abbiamo l'opportunità di uscire con persone di circoli sociali diversi dai nostri amici. Gli appuntamenti online non hanno confini. È una zona franca aperta dove puoi fare quello che vuoi senza essere scoperto, crede Bergström.

La chimica personale è difficile da rilevare digitalmente.

Gli appuntamenti online ti danno una libertà speciale che non hai se, ad esempio, incontri qualcuno all'università dove studi. Bergström sottolinea però che spesso capita di incontrare persone della tua stessa classe sociale.

Anche se gli appuntamenti sono diventati “privatizzati”, ciò non significa che siano diventati più pericolosi di prima. La ricerca mostra che la violenza sessuale si verifica ancora soprattutto nelle coppie o nelle relazioni strette che durano da diversi anni. In questo senso, è più sicuro incontrare qualcuno online.

Controllo

Con la distanza fisica e la possibilità di terminare la conversazione in qualsiasi momento, le donne ottengono un maggiore controllo sulla situazione nel caso in cui gli uomini diventino irrispettosi e aggressivi nel thread della conversazione. Il movimento MeToo hanno dimostrato che non tutti gli uomini prendono sempre un no per un no.

Tuttavia, non sai mai cosa potrebbe succedere quando decidi di incontrarti fisicamente. Ma almeno avete avuto il tempo di conoscervi digitalmente – e questo prima che possa improvvisamente verificarsi una scomoda situazione transfrontaliera sotto forma di violenza sessuale.

Ma gli appuntamenti online sono davvero così sicuri come sostiene Bergström? Abbiamo visto diversi truffatori smascherati attraverso varie app di appuntamenti come Tinder, ad esempio. Ad esempio, il documentario ritrae Il truffatore di Tinder di Netflix israeliano Simon Leviev, che ha frequentato varie ragazze in Europa – inclusa la protagonista norvegese del film – che ha conosciuto su Tinder – e poi le ha derubate di milioni.

Marie

La libertà

La ricerca mostra che gli utenti degli appuntamenti online sono spesso persone della comunità LGBT+, principalmente gay e lesbiche. Questa non è una novità. Questo è stato il caso da quando esiste il matchmaking online, dal momento che è possibile incontrare persone che la pensano allo stesso modo in una bolla privata senza confrontarsi direttamente con i pregiudizi della società.

I giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni sono quelli che utilizzano più frequentemente queste piattaforme – un’età in cui le persone esplorano la propria sessualità e sono molto curiose. Le persone di questa fascia d’età sono nate in un’era digitale e si sentono più a loro agio nell’utilizzare le app di appuntamenti rispetto alle generazioni più anziane.

Gli appuntamenti online rendono anche le donne più grandi sessuale libertà. Lì possono svelare ed esplorare la propria sessualità senza inibizioni, senza essere giudicati dagli altri nella loro cerchia di amici vicina o lontana. Resta il fatto che una "donna perbene" (secondo la società) non dovrebbe avere così tanti partner sessuali. Molte delle donne intervistate da Bergström affermano di preferire utilizzare le app per il sesso occasionale.

Privato?

Anche se gli appuntamenti online si svolgono su app, dove nessun altro può vederti, ciò non significa che rimangano privati. Le chiamate vengono salvate sul telefono. Se una delle parti lo desidera, può far trapelare le conversazioni sui social media catturando screenshot. Le conversazioni possono anche essere usate contro di te se ad un certo punto scrivi qualcosa di sbagliato e irrispettoso. Su Instagram o Twitter ci sono diversi account dedicati a questo. Bergström non scrive nulla al riguardo.

È più semplice smascherare i criminali tramite queste app, poiché le prove contro di loro sono ciò che viene inserito e inviato. Sebbene queste piattaforme digitali diano l’impressione di essere private, non lo sono del tutto. Le conversazioni orali a casa possono quindi essere più private delle conversazioni digitate al telefono. Le riunioni fisiche sono spesso più intime delle riunioni digitali. La chimica personale è difficile da rilevare digitalmente. Ma è una questione di gusti e preferenze, e fortunatamente spetta al singolo individuo scegliere se seguire la strada digitale o fisica.

Pinar Cifci
Pinar Ciftci
Ciftci è giornalista e attore.

Potrebbe piacerti anche