Ordina qui l'edizione primaverile con il documento di avvertimento

Per salvare ciò che viene salvato può

AI in the Wild
Forfatter: Peter Dauvergne
Forlag: MIT press, USA

TECNOLOGIA: L'intelligenza artificiale e i droni sono una buona notizia per la natura e la protezione degli ecosistemi del pianeta?

A prima vista, il titolo del nuovo libro di Dauvergne, AI in the Wild , sembrano inquietanti. La natura selvaggia e selvaggia è qualcosa a cui siamo abituati a pensare la natura stessa, il libero e incontaminato, privo di infrastrutture umane, per non parlare della sorveglianza high-tech. Sorprendentemente, l'autore non si prende nemmeno il tempo di menzionare tali scrupoli: la premessa è che i sistemi naturali in tutto il mondo sono in una crisi così totale che si tratta di salvare ciò che può essere salvato. Come nel caso della terapia genica e degli impianti cerebrali in medicina, è difficile discutere contro il salvataggio di vite umane, ma che tipo di mondo stiamo creando quando tutto viene monitorato, hackerato e modificato?

Guerra dei droni contro la natura

Il suo primo esempio è il drone sottomarino  Rangerbot. Scivola intorno alle barriere coralline dotato di telecamere ad alta risoluzione e software avanzato, che gli consente di riconoscere un certo tipo di stella marina con una precisione del 99%. Il drone è anche armato e spara a queste stelle marine con un veleno che le uccide all'istante senza danneggiare altre specie.
. . .

Caro lettore. Quest'anno hai letto / aperto 259 articoli gratuiti, possiamo quindi chiederti di iscriverti Abbonamento? Quindi puoi leggere tutto (comprese le riviste) per 5 euro. Forse torneremo tra qualche giorno per saperne di più.

- annuncio pubblicitario -
- annuncio pubblicitario -
Anders Dunker
Filosofo. Critico letterario regolare a Ny Tid. Traduttore.

Potrebbe piacerti ancheRELAZIONATO
Consigliato

Una condanna a morte per lo Stato siriano

SIRIA: Uno stato multiselettrico, multireligioso, multilingue e multietnico dilaniato dal partito Ba'ath, estremisti, milizie e superpotenze rivali, che chiedono la loro parte del Paese.

Il neoliberismo come arte di governo più indiretta?

GESTIONE: Questo è un libro su cos'è il neoliberismo, anche come un'arte di governo più indiretta

Tutti contro tutti

RIFUGIATI: L'unità è polverizzata, tutti pensano solo a cavarsela da soli, sopravvivere, strappare un boccone in più, un posto nella coda del cibo o nella coda del telefono.

Molti conservatori norvegesi faranno un cenno di apprezzamento a Burke

UNA DOPPIA BIOGRAFIA: Dagli anni '1950, le idee di Burke hanno subito una rinascita. L'opposizione al razionalismo e all'ateismo è forte tra i 40-50 milioni di cristiani americani evangelici.

Un cluster agricolo – un complesso industriale all'avanguardia

PAZZO: Il problema è l'accesso al cibo. Tutti devono mangiare per vivere. Se vogliamo mangiare, dobbiamo comprare. Per acquistare dobbiamo lavorare. Mangiamo, digeriamo e cagiamo.

La dittatura della virtù

CINA: Il Partito comunista cinese si vanta oggi di essere in grado di riconoscere uno qualsiasi degli 1.4 miliardi di cittadini del paese in pochi secondi. L'Europa deve trovare alternative alla crescente polarizzazione tra Cina e Stati Uniti.