Ordina qui l'edizione primaverile con il documento di avvertimento

- Non vi è alcuna contraddizione tra il movimento per la pace, la Difesa interna o la Difesa

MODERN TIMES è sulla scena e chiede ai soldati di ritorno a casa che hanno recentemente partecipato all'esercizio di congiuntura del Tridente nella Norvegia centrale, perché sono entrati nell'esercito e nei loro rapporti con la guerra.

(Tradotto da Norwegian di Google Gtranslate)

Un corvo vola via dall'elicottero militare che vola basso attraverso il villaggio. Un cane ascolta attentamente, né è abituato a un orologio a motore dall'altra parte della casa. Tre cavalli che pascolano su un terreno iniziano a correre mentre rumori violenti nell'aria sopra di loro respirano nei loro colli.
Sono nella Norvegia centrale durante l'esercizio Trident Juncture della NATO. Nello spazio aereo sopra gli animali che sono disturbati in quella che altrimenti sarebbe un'area di pascolo pacifica, le tattiche militari sono ora praticate con elicotteri come il danese NH90, il norvegese Bell 412 e gli USA CH-53 e AH-64 Apache.
In ottobre e novembre, la NATO ha condotto il più grande esercizio militare in Norvegia dagli anni '1980, dove uno degli obiettivi è quello di addestrare a ricevere le forze alleate se la Norvegia dovesse essere difesa. Degli oltre 50 soldati di 000 paesi, gli Stati Uniti, con i suoi 31 soldati, avevano la più grande forza in Trident Juncture. La Norvegia ha fornito 14 soldati.

Costruisce il ponte

"Ho scelto questa professione, ma quali sono le conseguenze?" Martin Borg

Tre miglia a sud dell'ampio traffico di elicotteri in aria si trova Telneset, una frazione nel comune di Tynset, a nord della contea di Hedmark. Qui si pratica per costruire un nuovo ponte, un cosiddetto traghetto galleggiante, dopo che il ponte originale è stato fatto saltare in aria dal nemico. Una stuoia viene posata a terra da un terreno e nell'acqua. Protegge la terra coltivabile in modo che non sia danneggiata dai veicoli militari. I serbatoi possono pesare fino a 62 tonnellate. Quattro ponti galleggianti sostengono il ponte motorizzato dell'iguana, e quindi uno può spostare i veicoli da un lato all'altro di Glomma. Il lavoro di posa del nuovo ponte è un incarico che ha coinvolto forze norvegesi, britanniche e tedesche. Un tale ponte può richiedere fino a 12 ore per essere costruito in una situazione di guerra, a seconda che l'area sia sicura o meno.

"Emozionante ed educativo".

Martin Borg è il comandante del battaglione di ingegneria Brigade Nord ed è responsabile di questa parte dell'esercizio. Borg ha partecipato a esercitazioni NATO in passato e ha pensato che un tale esercizio potesse essere una vera situazione di guerra:
"Cosa sarebbe successo se avessimo avuto un attacco di artiglieria qui con molti feriti?" Mi sono chiesto. È davvero difficile entrarci se non l'hai davvero sperimentato ", dice a Ny Tid. Aggiunge: "Penso: 'Ho scelto questa professione, ma quali sono le conseguenze?' Per prendere la vita e perdere i propri soldati, è qualcosa con cui devi avere una relazione consapevole come soldato delle forze armate norvegesi ".

"Non c'è nessun altro posto nelle Forze armate in cui si ottiene un maggiore rapporto qualità-prezzo della Difesa interna". Andreas Ekanger

- annuncio pubblicitario -

Marie Wågheim è qui per la prima volta. Serve al campo di Skjold a Troms e ha iniziato il primo servizio ad agosto. Vive al ponte di Telne in una tenda con il suo team, composto da altre dieci persone, e il suo ruolo è quello di assistere i veicoli sul nuovo ponte. Finora, la matricola ha imparato molto dall'esercizio: “È iniziato in modo silenzioso, ma ora è diventato molto più eccitante dopo l'inizio dell'esercizio principale. È educativo ", dice. Waegheim dice che è andata nell'esercito per fare qualcosa di diverso invece di continuare a scuola. Imparerebbe cose nuove e fare nuove amicizie. Cosa pensa che si tratti di un esercizio in cui l'intenzione è quella di essere vicini a una vera situazione di guerra? Wågheim ammette che c'è qualcosa che fa l'impressione:
"Punge un cuore quando si tratta di sparare e arriva il nemico, questo è forse come può essere una guerra se diventa una guerra in futuro", dice.

Non voglio uccidere

"Potrebbe essere una tale guerra se diventasse una guerra in futuro." Marie Wågheim

Due giorni dopo esserci esercitati per ottenere un veicolo su Glomma, siamo tornati a Telneset e ci incontriamo con il sergente di truppe Jonas Schøning e il comandante di truppa Andreas Ekanger, entrambi della forza dispiegata dell'Airone proveniente dal Nordland. Il loro ruolo, secondo la sceneggiatura del teatro di guerra in atto, è quello di proteggere il nuovo ponte da un nemico. Quando viene chiesto se c'è qualcosa di pacifico nel lavorare nella Guardia domestica, Schøning risponde spontaneamente:
"La difesa domestica è forse l'organizzazione più pacifica che abbiamo in questo paese ... Dopotutto proteggiamo le nostre case e famiglie. Né dovremmo attaccare nessuno: il nostro compito è la difesa ".
La Difesa interna ha la responsabilità territoriale all'interno della difesa generale ed è composta da 40 uomini. Circa 000 soldati della Guardia domestica da tutto il paese sono in azione durante l'esercizio NATO di quest'anno.
"Siamo civili che si mobilitano per assumersi questa responsabilità, non siamo cowboy che sono qui perché è bello", afferma Schøning.
Ci sono stati tagli nella Guardia interna, ma né Schøning né Ekanger criticheranno i loro superiori per le priorità stabilite:
"La Home Guard ottiene il tre percento del budget per la difesa", continua Schøning, affermando che la sua opinione personale è che la Home Guard dovrebbe essere concentrata in futuro in quanto "economica ed efficace".
“Secondo me, HV ottiene i fondi di cui abbiamo bisogno in base alle dimensioni del budget della difesa. Il restante 97 percento viene utilizzato dove necessario. Per rafforzare la guardia di casa, il bilancio deve essere ulteriormente rafforzato ", afferma.

Non vogliamo uccidere e il movimento per la pace lavora esattamente per la stessa cosa: preservare
pace. " Jonas Schøning

“Abbiamo scelto di concentrarci maggiormente sulla difesa specializzata e professionale. E meno sulla quantità – difesa territoriale, come la guardia di casa. Non c'è nessun altro posto nelle Forze armate in cui ottieni un miglior rapporto qualità-prezzo della Guardia di casa ”, afferma Ekanger.

Schøning aggiunge: “Quando i media emergono critiche, i soldati della difesa domestica spesso lo trovano frustrante, poiché proteggono non solo la propria vita, ma anche quella degli altri. È tipico che critichiamo tutto ciò che costa denaro, tutto ciò che pensiamo non sia necessario. Uno dovrebbe piuttosto guardare al motivo per cui abbiamo bisogno di una difesa. C'è poca sfumatura nei media: "No, costa denaro", "No, ci vuole vita", "dobbiamo mettere le armi e far funzionare le cose". Ma non possiamo sostenere il costo che può avere la conseguenza ”, sottolinea.
Alla domanda sull'opinione di Schøning secondo cui il movimento per la pace può dare un contributo positivo alle forze armate, Schøning annuisce affermativamente:
"Non vogliamo uccidere e il movimento pacifista lavora esattamente per la stessa cosa: mantenere la pace. Ma non stiamo attivamente uscendo e lavorando per la pace. È una domanda politica. Ma ci sono soldati della difesa domestica che sono membri attivi del movimento pacifista e abbiamo soldati della difesa domestica di tutti i partiti politici ", afferma Schøning.

Nessuna contraddizione

Schøning afferma di accogliere con favore le domande critiche: "Senza domande critiche, non possiamo nemmeno migliorare. Allo stesso tempo, dobbiamo mantenere la nostra sicurezza minima. Difesa, bilancio della difesa e cooperazione NATO sono l'assicurazione della nazione contro l'influenza militare esterna ", continua.
“Il fatto che non paghiamo la nostra assicurazione può quindi avere conseguenze enormi, sebbene la probabilità sia ancora piccola. A mio avviso, il movimento per la pace agisce come una delle numerose misure preventive, che contribuiscono anche alla stabilità, ma non hanno più una funzione quando si è verificato il peggio, proprio come è troppo tardi per acquistare nuove batterie per il rilevatore di fumo quando la casa in piedi e in fiamme. Dobbiamo proteggere ciò che abbiamo ed essere positivi al riguardo. Per la Home Guard è molto positivo, anche per il movimento per la pace ", afferma Schøning.
"Non c'è contraddizione tra il movimento per la pace, la Difesa interna o la Difesa", aggiunge Ekanger. "Vogliamo la stessa cosa. La differenza è che siamo la rete di sicurezza: saremo lì se il lavoro di pace non raggiunge. Speriamo, dopo tutto, che arrivi il lavoro per la pace. Poi ci sono giudizi professionali militari sul fatto che un esercizio possa essere scoraggiante. Altri con un focus diverso vedono l'esercizio come una provocazione. Vi è una contraddizione per quanto riguarda un evento attuale, ma i valori fondamentali sono gli stessi. Inoltre ci consente di riflettere più facilmente sulle scelte che dobbiamo fare. Nella posizione mia e di Jonas, dobbiamo sopportare la perdita di vite umane tra di noi ".
Sebbene considerino importante il lavoro del movimento pacifista, nessuno di loro commenterebbe la mancanza di fondi per il movimento pacifista nel progetto di bilancio statale per il 2019, mentre la difesa riceverà un aumento di 4 miliardi.
"Ci saranno convinzioni personali e politiche e non ho basi per commentare", risponde Ekanger.
"Non vogliamo dire nulla al riguardo, perché le allocazioni di denaro non sono qualcosa che possiamo influenzare", conclude Schøning.

 

Vedi anche il caso
- Non possiamo semplicemente chiamare la Russia un nemico

Kaisa Ytterhaug
Ytterhaug è un libero professionista a Ny Tid.

Potrebbe piacerti ancheRELAZIONATO
Consigliato

Tutti contro tutti

RIFUGIATI: L'unità è polverizzata, tutti pensano solo a cavarsela da soli, sopravvivere, strappare un boccone in più, un posto nella coda del cibo o nella coda del telefono.

Molti conservatori norvegesi faranno un cenno di apprezzamento a Burke

UNA DOPPIA BIOGRAFIA: Dagli anni '1950, le idee di Burke hanno subito una rinascita. L'opposizione al razionalismo e all'ateismo è forte tra i 40-50 milioni di cristiani americani evangelici.

Un cluster agricolo – un complesso industriale all'avanguardia

PAZZO: Il problema è l'accesso al cibo. Tutti devono mangiare per vivere. Se vogliamo mangiare, dobbiamo comprare. Per acquistare dobbiamo lavorare. Mangiamo, digeriamo e cagiamo.

La dittatura della virtù

CINA: Il Partito comunista cinese si vanta oggi di essere in grado di riconoscere uno qualsiasi degli 1.4 miliardi di cittadini del paese in pochi secondi. L'Europa deve trovare alternative alla crescente polarizzazione tra Cina e Stati Uniti.

La protesta può costarti la vita

HONDURAS: La pericolosa ricerca della verità dietro l'assassinio dell'attivista ambientale Berta Cáceres di Nina Lakhani finisce in più domande che risposte.

Il legante culturale

ROMANZO: DeLillo mette in scena una sorta di stato generale, paranoico, un sospetto che ha portata globale.