Tuttavia, i palestinesi hanno fallito gli attentati suicidi dopo molti anni di prigione

Annesso alla Palestina: Ramallah (2014)

- Perché hai deciso di un'operazione suicida militante?

- Puoi aspettarti una risposta complicata. Ma l'occupazione di Israele – che ci sta distruggendo come esseri umani – non è una ragione e una motivazione abbastanza grandi per fare una cosa del genere? Noi palestinesi abbiamo un grande orgoglio e brama di libertà in noi, abbastanza da diventare martiri.

- Allora, cos'è successo?

Il piano era di raccogliere informazioni sufficienti per poter raggiungere il quartier generale del presidente e poi far esplodere l'autobomba con me stesso in macchina. Non sono un kamikaze, sono un martire.

- annuncio pubblicitario -

- Davvero, per ucciderti?

- Le persone amano la vita, ma una vita senza libertà è come essere morta. Da giovane politicamente attivo, sono andato in Libano e ho ricevuto un addestramento militare, basandomi sul fatto che avrei intrapreso un'azione contro Israele.

- Il Corano non dice nulla sul non uccidersi?

– Ja, islam forklarer at man ikke skal drepe seg selv, men det er unntak, som i kamp. Vi har uttrykket «Søk døden for å bli gitt liv». Jeg brydde meg ikke om å bli drept, det viktige var å oppnå mitt mål.
. . .

Caro lettore. Puoi leggere un articolo gratuito al giorno. Forse torna domani. O che ne dici di disegnare Abbonamento? Quindi puoi leggere tutto (comprese le riviste) per 5 euro. Se sei già lì, accedi al menu (possibilmente il menu mobile) in alto.

Truls Lie
Redattore responsabile di Ny Tid. Vedi gli articoli precedenti di Lie i Le Monde diplomatique (2003-2013) e Morgenbladet (1993-2003) Vedi anche part lavoro video di Lie qui.

Potrebbe piacerti ancheRELAZIONATO
Consigliato

Un cluster agricolo – un complesso industriale all'avanguardia

PAZZO: Il problema è l'accesso al cibo. Tutti devono mangiare per vivere. Se vogliamo mangiare, dobbiamo comprare. Per acquistare dobbiamo lavorare. Mangiamo, digeriamo e cagiamo.

La dittatura della virtù

CINA: Il Partito comunista cinese si vanta oggi di essere in grado di riconoscere uno qualsiasi degli 1.4 miliardi di cittadini del paese in pochi secondi. L'Europa deve trovare alternative alla crescente polarizzazione tra Cina e Stati Uniti – tra una dittatura che monitora lo stato e la spietata autoespressione dell'individualismo liberale. Forse una sorta di ordine sociale anarchico?

La protesta può costarti la vita

HONDURAS: La pericolosa ricerca della verità dietro l'assassinio dell'attivista ambientale Berta Cáceres di Nina Lakhani finisce in più domande che risposte.

Il legante culturale

ROMANZO: DeLillo mette in scena una sorta di stato generale, paranoico, un sospetto che ha portata globale.

Distruzione creativa

SPAZZATURA: La Norvegia non è attrezzata per lo smistamento dei tessuti. Anche se selezioniamo la spazzatura, non siamo neanche lontanamente vicini a luoghi in Giappone che possono riciclare in 34 categorie diverse. L'obiettivo è che i comuni non siano lasciati con rifiuti e senza camion della spazzatura!

La società di controllo e gli indisciplinati

MAMME TARDIVE: Le persone oggi stanno acquisendo sempre più controllo su ciò che li circonda, ma stanno perdendo il contatto con il mondo. Dov'è il limite per misurazioni, garanzie di qualità, quantificazioni e routine burocratiche?