Ordina qui l'edizione primaverile con il documento di avvertimento

I norvegesi sono anche esseri umani e la corruzione non è una malattia rara, esotica o imbarazzante. È comune come un raffreddore.

Studio la corruzione e la frode da oltre 20 anni e ho trascorso metà del mio tempo in Norvegia. 
>
(Tradotto automaticamente da Norsk di Gtranslate (esteso Google))

Per qualcuno che possiede 100 NOK, una perdita del due percento potrebbe non essere di importanza significativa. Tuttavia, se si dispone di NOK 000, una perdita di NOK 5000 sarà ben contrassegnata.
L'organizzazione Transparency International è da molti anni una voce leader e indipendente contro la corruzione. Quando prepariamo le tavole dei paesi del mondo con la minore e maggiore corruzione, la Norvegia ne esce sempre bene. Questo è stato il caso sin dal lancio delle prime tabelle "Corruption Perception". Paesi come l'Angola, un paese africano ricco di petrolio in cui gli interessi norvegesi sono in costante aumento, finiscono in fondo alla lista, come previsto. Tali risultati possono dare l'impressione che ciascuno dei 24 milioni di abitanti dell'Angola sia più corrotto dei circa cinque milioni di individui in Norvegia, nonostante il fatto che il prodotto interno lordo – che indica quanto ogni individuo "contribuisce" all'economia del paese – sia intorno 17 volte superiore in Norvegia che in Angola. Se il costo della corruzione in Norvegia non fosse superiore al due per cento (che anche secondo stime prudenti sarebbe ragionevole), questo ammonterebbe a circa 17 corone norvegesi a persona. Questa somma costituisce circa la metà del prodotto interno lordo pro capite in Angola, un paese in cui la ricchezza in misura molto maggiore della Norvegia è distribuita a poche persone al vertice.

Solito. Di solito rimango fuori dai dibattiti sui media, perché penso che i media siano quasi ossessionati dal creare sensazioni di vecchie e incomplete storie di corruzione. Un esempio è il caso dell'Hydro-Tajikistan, dove i media prima e ora hanno puntato i riflettori sui "soliti sospetti" come Yara, Transocean – o quando sono davvero disperati, su Telenor.
Mi sembra che i media mainstream debbano trasmettere che la corruzione, in questo caso in Norvegia, è qualcosa di insolito e qualcosa di cui l'élite privilegiata fa parte, piuttosto che qualcosa di abbastanza comune che ci coinvolge tutti. I media ovviamente hanno le loro motivazioni: "ordinari" e "noiosi" non attirano l'attenzione del pubblico, né vendono giornali.
Nel numero di febbraio di Ny Tid, ho letto che le autorità norvegesi prestano ingenuamente denaro a dittature corrotte e come il denaro viene "rubato" all'economia nazionale. Nel numero di febbraio è stata menzionata l'Ucraina. Ma potrebbe essere altrettanto facilmente Angola, Azerbaigian, India, Myanmar, Tagikistan o qualsiasi altro paese in cui la Norvegia opera o ha interessi.

Rifiuto. Indago su corruzione e frode da oltre 20 anni. Ho trascorso metà del tempo in Norvegia, spesso per conto di piccole e grandi aziende norvegesi e organizzazioni governative norvegesi. Sebbene esporre la corruzione e l'inganno sia una delle poche cose in cui sono bravo, spesso sono sorpreso che le aziende mi assumano ancora per fare questo lavoro. Il motivo per cui questo mi sorprende è che quasi ogni volta che trovo qualcosa che attutisce, incontro lo stesso muro di diniego, scuse e scuse. Sono quasi sempre accolto dall'insistenza sul fatto che ciò che ho trovato non è “corretto» corruzione.
Un esempio è una nota azienda di fertilizzanti norvegese che per oltre 20 anni ha ricevuto avvertimenti da più di me, ma che si è rifiutata di prendere sul serio i segnali e che anche adesso cerca di attribuire la colpa di tutto a pochi, singoli capri espiatori.
Un altro sono i cosiddetti bonus di firma che sono apparentemente pagati ai dittatori africani – alcuni di loro sono stati collocati in paradisi fiscali come Jersey, Guernsey o le Isole Vergini britanniche o altri DMC, come mi piace chiamarli. DMC sta per Dirty Money Centers (dopo il gioco per computer "Dirty Money" che NTNU ha creato per sensibilizzare sulla corruzione). All'altro estremo della scala, sappiamo che ingenti somme di denaro versate a società di costruzioni private e altre società da piccoli comuni vicino a Oslo, sono in realtà legate a interessi privati ​​piuttosto che agli affari del comune. Questi esempi sono solo alcune delle centinaia.

"Gli altri." Sarebbe troppo facile lamentarsi del fatto che nessuno si preoccupa in Norvegia. È un modello esplicativo negativo e ingenuo. Ho cercato di cercare ragioni migliori per cui la realtà corrotta – che vedo e riferisco ai miei clienti – è così difficile da accettare per i norvegesi. Prima di tutto, capisco bene che in una società ricca, ben funzionante e sicura come la Norvegia, è ovvio per le persone considerare la corruzione come qualcosa di insolito – qualcosa che accade in altri paesi "corrotti", non un fenomeno che accade ampiamente anche qui.
Quando insegno ai dipendenti municipali o ai revisori dei conti presso BI, NTNU o in aziende norvegesi, pongo sempre le seguenti domande: Cos'è esattamente la corruzione? E quanto costa effettivamente la corruzione?
Le risposte che di solito ottengo alla prima domanda variano molto, ma c'è un ampio consenso sul fatto che il termine corruzione si riferisce a una serie di cose, piccole e grandi, che non sono accettabili: tutto, dall'evasione fiscale, regali e piccoli grassi a più grandi forme di truffa come tangenti e furti importanti. Anche problemi con il denaro, la reputazione o la cultura del lavoro. Quasi sempre rispondono che i costi corrispondono tra il due e il cinque percento, se non di più, del budget dell'organizzazione. Le cifre fornite da loro stessi sono in realtà grandi cifre che suggeriscono che la corruzione è del tutto normale. È interessante notare che anche i numeri con cui mi sono illuminato sono stati più alti durante i miei 20 anni come oratore.

- annuncio pubblicitario -

Ricco e sprezzante. Quindi la domanda diventa: quando la corruzione è effettivamente considerata normale in Norvegia e ciò comporta costi elevati per le organizzazioni, perché è anche considerata qualcosa di sensazionale e insolito? I media svolgono il loro ruolo nell'ingannare le persone, ma probabilmente è anche la natura umana stessa che è al lavoro qui: si può riconoscere che la corruzione esiste, ma non è così facile riconoscere che accade tra Centro, qui a casa.
Tuttavia, penso che ci sia un altro motivo importante, che è allo stesso tempo più indeterminato e allo stesso tempo ovvio, e che ho menzionato prima: è più imminente per un paese ricco come la Norvegia soffiare un po 'sui costi della corruzione. E quando Transparency International e altri bombardano i media con sondaggi che ritraggono paesi ricchi (come la Norvegia) come rene, e paesi poveri (come l'Angola) come corrotti, è improbabile che la visione prevalente cambierà immediatamente. A mio avviso, le tabelle "Percezione della corruzione" contribuiscono a dare la falsa impressione che siano i paesi poveri del mondo ad essere gravati dai costi veramente alti della corruzione. Finché questo sarà il caso, la maggior parte dei norvegesi continuerà a credere che la corruzione sia qualcosa che sta accadendo altrove – in luoghi stranieri, in Africa o nello spazio.

Richiede il suo coraggio. Quando pongo agli ascoltatori e agli studenti dei paesi ricchi la seguente domanda: "Cosa vogliono le persone con molti soldi?", La risposta è quasi sempre: "Più soldi". Penso che si potrebbe sollevare la stessa domanda a livello nazionale: "Cosa vuole un Paese con tanti soldi?", E ottenere la stessa risposta. Come la title track in formato Corruzione: il musical dice: «L'avidità è una cagna». Corruzione: il musical è sia una performance che un workshop per il pubblico, ed è il mio tentativo di creare un forum per la conversazione su questi temi – domande di cui ovviamente abbiamo difficoltà a parlare.
Non è ora che la Norvegia diventi abbastanza matura da sollevare il coperchio e vedere attraverso l'immagine di sé nazionale creata dai media e creata nel vecchio spirito "è tipicamente norvegese essere buoni"? Non aiuta esattamente il fatto che il mondo esterno ci dica anche che c'è pochissima corruzione in Norvegia, quindi potrebbe essere necessario che il suo coraggioso norvegese dica l'ovvio: anche i norvegesi sono umani e la corruzione non è una malattia rara, esotica o imbarazzante. È comune come un raffreddore. Il barlume di speranza è – come un partecipante al seminario dopo uno Corruzione: il musical-prestazione a Dramatikkens hus ha detto che la Norvegia, in quanto paese pieno di risorse, può nel migliore dei casi contribuire molto alla riduzione della corruzione nel mondo. Resta da vedere se ciò sia possibile. Forse il coraggioso norvegese che è necessario è tra i membri del pubblico che vengono e partecipano al seminario.


Iyer è un cacciatore di corruzione e un uomo di teatro.
nigel.iyer@septiagroup.com

nigel.iyer@septiagroup.com
Uomo di teatro e cacciatore di corruzione

Dai una risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Mitologie / Il cacciatore celeste (di Roberto Calasso)Nei quattordici saggi di Calasso ci troviamo spesso tra mito e scienza.
Cina / La conquista silenziosa. Come la Cina sta minando le democrazie occidentali e riorganizzando il mondo (di Clive Hamilton e Mareike Ohlberg)È noto che la Cina sotto Xi Jinping si è sviluppata in una direzione autocratica. Come l'effetto si è diffuso nel resto del mondo, gli autori, l'australiano Clive Hamilton e la tedesca Mareike Ohlberg, fanno luce nel libro.
Nawal el-saadawi / Nawal El-Saadawi – in promemoriaUna conversazione su libertà, libertà di parola, democrazia ed élite in Egitto.
Necrologio / In memoria di Nawal El-SaadawiSenza compromessi, ha parlato contro il potere. Adesso se n'è andata, ha 89 anni. L'autrice, medico e femminista Nawal El-Saadawi ha scritto per MODERN TIMES da giugno 2009.
Dibattito / Cos'è la sicurezza oggi?Se vogliamo la pace, dobbiamo prepararci per la pace, non per la guerra. Nei programmi preliminari del partito, nessun partito nello Storting è a favore del disarmo.
Filosofia / Filosofia politica del buon senso. Fascia 2, ... (di Oskar Negt)Oskar Negt chiede come sia nato il cittadino politico moderno sulla scia della Rivoluzione francese. Quando si tratta di terrore politico, è chiaro: non è politico.
Autoaiuto / Svernamento: il potere del riposo e della ritirata in tempi difficili (di Katherine May)Con Wintering, Katherine May ha proiettato un affascinante e saggistico libro di auto-aiuto sull'arte dello svernamento.
Cronaca / Non tenete conto dei danni che possono causare le turbine eoliche?Lo sviluppatore di energia eolica di Haramsøya ha gravemente trascurato? Questa è l'opinione del gruppo di risorse che dice no allo sviluppo locale delle turbine eoliche. Lo sviluppo può interferire con i segnali radar utilizzati nel traffico aereo.
La forza mimetica / Padronanza della non padronanza nell'era della fusione (di Michael Taussig)Imitare un altro è anche un modo per ottenere potere sulla persona ritratta. E quante volte vediamo un'imitazione del cosmo in un bar in una strada laterale buia?
Radiazione / La maledizione di Tesla (di Nina FitzPatrick)I ricercatori del romanzo trovano la prova definitiva che parti della tecnologia moderna stanno distruggendo la biologia neurologica umana?
Foto / Helmut Newton – Il cattivo e il bello (di Gero Von Boehm)Il controverso status di culto del fotografo Helmut Newton persiste molto tempo dopo la sua morte.
Notifica / La Svezia e l'Inghilterra erano democrazieIl trattamento di Julian Assange è un disastro legale iniziato in Svezia e continuato nel Regno Unito. Se gli Stati Uniti riusciranno a ottenere l'estradizione di Assange, potrebbero impedire la pubblicazione di informazioni sulla grande potenza in futuro.
- Annuncio pubblicitario -

Potrebbe piacerti ancheRelazionato
Consigliato