Grecia: il fascismo sta celebrando. La Norvegia ha una corresponsabilità

"In Grecia, tutto è abbastanza calmo nell'anniversario di un anno del colpo di stato militare" (NRK).

(Tradotto da Norwegian di Google Gtranslate)

Orientering 1. può 1968

Da un anno in Grecia prevale il fascismo. Il 21 aprile 1968, il colonnello è seduto in sella più stretto di quanto non fosse dopo il 21 aprile 1967. Non perché il popolo greco si sia unito. La calma che prevale in Grecia è la calma che negli stati dittatoriali si basa sul potere grezzo, sui soldati, sulle armi e sul terrore. Alcuni degli oppositori del regime sono stati scarcerati, tra gli altri. a. il compositore di fama mondiale Mikis Theodorakis e Andreas Papandreou, funzionario altrettanto famoso e di spicco dell'amministrazione Kennedy. Non sono vittime sull'altare della democrazia e dell'umanesimo, ma tentativi di creare un alibi all'estero. Quei circoli fuori dalla Grecia che, per ragioni militari ed economiche, scommettono sulla giunta fascista, vogliono che vengano rimosse le macchie più sgradevoli. Il rilascio di Papandreou ha un altro e significativo lato: la giunta prima o poi sarebbe costretta a portare in tribunale Papandreou dopo le accuse inventate nel cosiddetto caso Aspida. Soprattutto dopo che i principali testimoni del caso sono fuggiti all'estero e hanno rivelato che le loro testimonianze erano state rese sotto pressione, il processo si sarebbe concluso con uno scandalo per la giunta.

Prigione e tortura. Migliaia di persone sono ancora detenute, probabilmente circa 10. Le cifre del regime erano 000, ma prima del 2000 aprile è stato affermato che 21 avevano ottenuto l'amnistia (persone con condanne inferiori a 3000 mesi). Gli ex primi ministri borghesi Georgis Papandreou e Kanellopoulos sono agli arresti domiciliari ad Atene, tutti politici veramente radicali, ad es. leader e sostenitori del partito fraterno di SF, EDA, stanno ancora tentando un'esistenza miserabile nei campi di concentramento delle isole di Yaros, Leros, ecc. Il destino di questi prigionieri non è influenzato da circoli influenti al di fuori della Grecia, questi non sono un fardello sufficientemente forte per il regime per rimanere intrappolati. Secondo Amnesty International, questi prigionieri sono quotidianamente sottoposti a torture sessuali, trattamenti con scosse elettriche, estrazione di chiodi, pompando acqua nelle vittime finché non sono abbastanza morbide da arrendersi.

Referendum adesso – una farsa. La giunta annuncia un referendum questo autunno su una nuova costituzione. Un referendum in queste condizioni è una farsa, e ovviamente non ci sarà nessuna costituzione che fornisca una base per la democrazia. La giunta fascista stabilirà le condizioni per l'attività politica, valuterà le persone, i partiti ei loro diritti. Riuscirà la giunta con questa tattica verso il mondo esterno?

- annuncio pubblicitario -

[ihc-hide-content ihc_mb_type = "mostra" ihc_mb_who = "1,2,4,7,9,10,11,12,13 ″ ihc_mb_template =" 1 ″]

Nel mio primo articolo dopo la visita ad Atene nell'agosto dello scorso anno, ho scritto, tra le altre cose:

"Che si tratti di una dittatura duratura o di breve durata del tipo attuale, i politici conservatori e liberali saranno rilasciati dalle prigioni. La Grecia probabilmente, forse presto, tornerà a tali "condizioni democratiche" come nel periodo dal 1949 ai quasi '60, con migliaia di prigionieri politici, a Yaros e in altri campi. L'opinione pubblica mondiale tace di nuovo? La maggior parte di coloro che oggi sono sinceramente risentiti per le condizioni in Grecia si accontenteranno di "è migliorata in Grecia anche se certamente non ha la nostra forma di democrazia"? Per continuare ad essere certi che sono gli Stati Uniti che in ogni momento determinano il grado di democrazia e libertà nei paesi di tutto il mondo ".

La NATO e gli Stati Uniti sostengono il regime. Questo problema non è diventato meno rilevante. La "democrazia" occidentale sta per vincere in Grecia con la stessa efficacia con cui vinse con la Dottrina Truman e le truppe americane nel 1949. Penso che il regime decorerebbe la facciata della dittatura più di quanto ha fatto. Si è dimostrato inutile. Il Consiglio della NATO rifiuta categoricamente di discutere la situazione in Grecia. Nessuna "interferenza in questioni interne". Se ci sono condizioni fasciste è indifferente a ciò che la NATO si vanta di essere una protezione della democrazia e della libertà.

Si parla degli sforzi della Norvegia per la Grecia. L'unica cosa che la Norvegia ha fatto in modo significativo è stata prendere parte a un'azione attraverso il Consiglio d'Europa. Alla fine, dopo nove mesi di fascismo, il Consiglio d'Europa ha dato al regime una scadenza del 1 gennaio 1969, presumibilmente per reintrodurre il parlamentarismo. In realtà, ha dato alla giunta il tempo di consolidare la dittatura. La Grecia è un membro della NATO come prima, con pieni diritti, e nella Giornata nazionale greca del 25 marzo, il governo degli Stati Uniti si è dichiarato soddisfatto degli sviluppi in Grecia e ha annunciato che le consegne di armi sarebbero state riprese integralmente. Insieme alla Germania Ovest (e anche straniera
Il ministro Willy Brandt piange lacrime di coccodrillo per la morte della democrazia greca) ha dato agli Stati Uniti due miliardi di corone di armi dal colpo di stato dell'aprile alla fine del 1967. Il capo del Comando meridionale della NATO, l'ammiraglio statunitense Horatio Rivero, ha invitato a cena gli uomini della giunta e ha affermato che la Grecia non aveva mai stato un partner di alleanza così fiducioso e stabile. In piena conformità con la dichiarazione rilasciata da Dean Rusk il 29.4 aprile, otto giorni dopo il colpo di stato: "Sono felice di affermare che la Grecia continuerà ad essere un forte sostenitore della NATO".

Gli investimenti esteri affluiscono nel paese. Il capitale straniero affluisce nel paese in misura molto maggiore che mai, non solo dagli Stati Uniti, ma da un certo numero di paesi europei, in particolare dalla Germania, ma anche dalla Svezia, il paese che, dopo tutto, ha preso la posizione più netta contro la giunta. I proprietari del capitale vedono il vantaggio di investire in un paese dove le armi creano "stabilità" e sono anche consapevoli che i loro investimenti garantiscono questa stabilità. La Banca mondiale, che non ha mai aiutato la Grecia prima, ha ora concesso un prestito più grande per protesta, tra le altre cose. a. di Andreas Papandreou.

Il ruolo della CIA. Poco dopo il colpo di stato, c'erano abbastanza fatti per stabilire che la CIA aveva svolto un ruolo dominante. Si è anche presto saputo che non solo la CIA ma anche il governo degli Stati Uniti erano a conoscenza e simpatizzavano con il piano per un altro colpo di stato, da parte di re Costantino e dei suoi generali. È stato a lungo un fatto che il colpo di stato del colonnello ha preceduto solo il colpo di stato del re / generale. Quest'ultimo si sarebbe tenuto in concomitanza con le elezioni previste per il 28 maggio 1967, ma vi sono molti indizi che avrebbe potuto già giungere all'apertura della campagna elettorale il 23 aprile, ossia solo due giorni dopo lo sciopero del colonnello.

Johnson pienamente informato del colpo di stato. Per molto tempo, le attività della CIA sono state a malapena riconosciute dai sostenitori della NATO. Dato che i fatti sono sul tavolo, si è dovuto riconoscere che la CIA sta conducendo un ampio gioco internazionale. Ma l'americano è stato ancora assolto
governo riferendosi alla CIA che opera da sola. Non c'è dubbio che la CIA abbia mani molto libere, ma è ancora uno stato all'interno dello stato americano, parte integrante e ufficialmente sostenuta dell'apparato statunitense – e le principali repulsioni della CIA, come l'invasione di Cuba, furono fatte per la prima volta. con il permesso del Presidente (Kennedy).

È così che è successo anche in Grecia. Non solo la CIA, ma anche il Dipartimento di Stato e il Dipartimento della Difesa di Washington furono informati del colpo di stato dei colonnelli. Il professore americano di economia Steven Rousseas ha scritto un libro ("The Death of Democracy – Greece and the American Conscience") e racconta qui di un incontro ai massimi livelli su iniziativa del consigliere speciale del presidente Johnson su questioni di politica di sicurezza, Walt Rostow. Il presidente deve quindi essere stato pienamente informato. Rousseas scrive che entrambi i colpi di stato programmati furono discussi (cioè prima che venissero effettuati i colpi di stato), e che gli Stati Uniti presero parte attiva ai preparativi per il colpo di stato del colonnello. Rousseas sottolinea anche fatti precedentemente noti sulle attività dell'ambasciata degli Stati Uniti e sul fatto che la sesta flotta statunitense si ancorò ad Atene quando iniziò il colpo di stato e rimase fino a quando non fu completato e assicurato.

Che mi dici di Aase Lionæs? Il fascismo salì al potere e si tenne al potere in un paese europeo nel 1968 con l'aiuto della NATO e del paese dominante, gli Stati Uniti. Il regime fascista ha mantenuto la sua posizione nella NATO, mentre gli aiuti alle armi e gli investimenti esteri sono aumentati e hanno raggiunto livelli più alti che mai sotto regimi più democratici in Grecia. Questo dovrebbe essere una sorta di cruciverba per coloro che, per ragioni tecniche, devono mostrare preoccupazione per il popolo greco e che stanno per essere coinvolti nel lavoro di commissione per la Grecia, ma che considerano anche la continua adesione della Norvegia alla NATO come la più grande questione politica in patria. Un dibattito sulla Grecia oggi è inconcepibile senza un dibattito sugli Stati Uniti e sulla NATO. Uno sforzo per il popolo greco è inconcepibile senza una lotta contro i circoli dirigenti degli Stati Uniti e della NATO che avevano e sono responsabili della repressione.

La Norvegia e altre democrazie hanno mostrato inettitudine quando la democrazia è stata schiacciata in Spagna. La nostra relazione oggi è peggiore. Siamo alleati del fascismo e delle forze che lo hanno creato e lo mantengono al potere. La Norvegia ha giorno per giorno una diretta e pesante corresponsabilità per la tragedia.

I politici norvegesi ricevono greci come Andreas Papandreou e Melina Mercouri, dà alibi e pubblicità. Ma per quanto tempo possono esibirsi con due facce?

[/ ihc-hide-content]

Potrebbe piacerti ancheRELAZIONATO
Consigliato

Un cluster agricolo – un complesso industriale all'avanguardia

PAZZO: Il problema è l'accesso al cibo. Tutti devono mangiare per vivere. Se vogliamo mangiare, dobbiamo comprare. Per acquistare dobbiamo lavorare. Mangiamo, digeriamo e cagiamo.

La dittatura della virtù

CINA: Il Partito comunista cinese si vanta oggi di essere in grado di riconoscere uno qualsiasi degli 1.4 miliardi di cittadini del paese in pochi secondi. L'Europa deve trovare alternative alla crescente polarizzazione tra Cina e Stati Uniti – tra una dittatura che monitora lo stato e la spietata autoespressione dell'individualismo liberale. Forse una sorta di ordine sociale anarchico?

La protesta può costarti la vita

HONDURAS: La pericolosa ricerca della verità dietro l'assassinio dell'attivista ambientale Berta Cáceres di Nina Lakhani finisce in più domande che risposte.

Il legante culturale

ROMANZO: DeLillo mette in scena una sorta di stato generale, paranoico, un sospetto che ha portata globale.

Distruzione creativa

SPAZZATURA: La Norvegia non è attrezzata per lo smistamento dei tessuti. Anche se selezioniamo la spazzatura, non siamo neanche lontanamente vicini a luoghi in Giappone che possono riciclare in 34 categorie diverse. L'obiettivo è che i comuni non siano lasciati con rifiuti e senza camion della spazzatura!

La società di controllo e gli indisciplinati

MAMME TARDIVE: Le persone oggi stanno acquisendo sempre più controllo su ciò che li circonda, ma stanno perdendo il contatto con il mondo. Dov'è il limite per misurazioni, garanzie di qualità, quantificazioni e routine burocratiche?