Idealismo norvegese: un colpo di volpe

Orientering 16 marzo 1968

(Tradotto da Norwegian di Google Gtranslate)

Poche cose sono più sacre per i norvegesi della bandiera e della flotta.

La bandiera – significa libertà, norvegese, hurra norvegese. La flotta – simboleggia l'audacia e l'impresa norvegesi sui sette mari. Ogni nave sotto la bandiera sventola un nuovo pezzo di Norvegia in funzione sul mare infinito del deserto.

In breve: Saluti!

A questo proposito, immaginiamo un vero drain di stack norvegese. Ma questa percezione della Norvegia e dei norvegesi non è quasi limitata ai ranghi dell'Associazione degli armatori. Dopotutto, è un programma dalla scuola elementare in poi.

- annuncio pubblicitario -

I norvegesi hanno un'immagine toccante e ingenua di se stessi. Ad esempio, crediamo di essere tra i più generosi e disposti a sacrificare al mondo. Creiamo un Corpo di pace e aiutiamo i paesi in via di sviluppo. Costruiamo ospedali e mettiamo l'equipaggio a disposizione delle Nazioni Unite. Anche Trygve Lie veniva dalla Norvegia.

Questa immagine si attenua in modo molto diverso dagli occhi degli altri – visti dal Terzo mondo.

La bandiera – è un gagliardetto nel convoglio dell'imperialismo sui sette mari. La flotta partecipa a un enorme sfruttamento dei paesi poveri.

Questo scambio ha come presupposto, tra le altre cose, l'esportazione di materie prime dai paesi poveri ai ricchi e un flusso di prodotti finiti nella direzione opposta. In questo modello, la spiegazione della differenza di classe su scala mondiale sta nella differenza tra paese e paese in via di sviluppo.

La Norvegia contribuisce a mantenere questa distinzione di classe. Il trasporto marittimo norvegese boicotta i paesi che hanno intrapreso la lotta per rompere il modello, come Cuba e il Vietnam del Nord.

Inoltre, la Norwegian Shipowners 'Association ha assunto una posizione di difesa molto forte per i privilegi della nazione di navigazione e si impegna pertanto a mantenere i prezzi delle merci a un livello che colpisce principalmente i paesi in via di sviluppo. I tentativi di questi paesi di costruire da soli una flotta, al fine di poter abbassare i prezzi delle merci, vengono combattuti attivamente. In "Seaman", pubblicato dalla Norwegian Shipowners 'Association e dalla Shipowners' Employers 'Association, racconta apertamente e spietatamente come è andata la conferenza dell'UNCTAD per manovrare i paesi poveri.

Conclusione: l'idealismo norvegese è una volpe.

Le parole provengono da Georg Johannesen, le prove provengono da molti luoghi.

Nel 1966, ad esempio, la Norvegia ha assegnato 94 milioni di NOK ai cosiddetti aiuti non autorizzati. Allo stesso tempo, l'aiuto totale allo sviluppo di quest'anno ha fornito alla flotta norvegese entrate nette stimate in 830 milioni di NOK.

Quindi parliamo meno dell'aiuto, più delle relazioni di potere nel mondo. E evitiamo tutte le riscritte malvagie.

Siamo dalla parte dei dividendi.

Kjell Cordtsen
Cordsen era precedentemente editore di Orientering, e incluso nel cambio di nome in New Time nel 1975.

Potrebbe piacerti ancheRELAZIONATO
Consigliato

Un cluster agricolo – un complesso industriale all'avanguardia

PAZZO: Il problema è l'accesso al cibo. Tutti devono mangiare per vivere. Se vogliamo mangiare, dobbiamo comprare. Per acquistare dobbiamo lavorare. Mangiamo, digeriamo e cagiamo.

La dittatura della virtù

CINA: Il Partito comunista cinese si vanta oggi di essere in grado di riconoscere uno qualsiasi degli 1.4 miliardi di cittadini del paese in pochi secondi. L'Europa deve trovare alternative alla crescente polarizzazione tra Cina e Stati Uniti – tra una dittatura che monitora lo stato e la spietata autoespressione dell'individualismo liberale. Forse una sorta di ordine sociale anarchico?

La protesta può costarti la vita

HONDURAS: La pericolosa ricerca della verità dietro l'assassinio dell'attivista ambientale Berta Cáceres di Nina Lakhani finisce in più domande che risposte.

Il legante culturale

ROMANZO: DeLillo mette in scena una sorta di stato generale, paranoico, un sospetto che ha portata globale.

Distruzione creativa

SPAZZATURA: La Norvegia non è attrezzata per lo smistamento dei tessuti. Anche se selezioniamo la spazzatura, non siamo neanche lontanamente vicini a luoghi in Giappone che possono riciclare in 34 categorie diverse. L'obiettivo è che i comuni non siano lasciati con rifiuti e senza camion della spazzatura!

La società di controllo e gli indisciplinati

MAMME TARDIVE: Le persone oggi stanno acquisendo sempre più controllo su ciò che li circonda, ma stanno perdendo il contatto con il mondo. Dov'è il limite per misurazioni, garanzie di qualità, quantificazioni e routine burocratiche?