Norvegese in tedesco

60 tedeschi sono stati intrattenuti da un divertente libro norvegese che nessun editore norvegese saprà.

Eckhoff è un revisore regolare di Ny Tid.
Manuale di istruzioni per la Norvegia
Autore: Ebba Drolshagen
Editore: Piper Verlag, Germania

60 tedeschi sono stati intrattenuti da un divertente libro norvegese che nessun editore norvegese saprà.

(Tradotto da Norwegian di Google Gtranslate)

È un dato di fatto: solo la capitale dell'India, Nuova Delhi, ha quasi quattro volte il numero di abitanti dell'intera Norvegia. Un vero norvegese è raro quanto un cigno nero. L'altro paese è ulteriormente segnato dal fatto che «Oslo si trova sulla stessa latitudine della punta meridionale della Groenlandia. Da lì, la Norvegia si estende per 1700 chilometri a nord. Pertanto, la costruzione della nazione in Norvegia riguarda molto la costruzione di strade. Un turista automobilistico che si avventura per la prima volta su strade strette di montagna può trovarlo difficile, soprattutto se incontra un camion. Se questa manovra millimetrica dovesse fallire, c'è il pericolo imminente di schiantarsi contro un fiordo occidentale. "

L'autore di Manuale di istruzioni per la Norvegia ("Istruzioni per l'uso per la Norvegia"), Ebba Drolshagen, nata nel 1948, ha un padre tedesco e una madre norvegese. Ecco perché chiama la Germania la sua patria e il norvegese (con il dialetto Ålesund) la sua lingua madre. Il background di Drolshagen dà anche un suggerimento sul motivo per cui altre produzioni hanno ruotato attorno a temi seri come i bambini della guerra, l'occupazione tedesca e le "ragazze tedesche" (altre hanno riguardato il corpo e gli ideali di bellezza). Ma io istruzione si è lasciata andare completamente e si è divertita moltissimo con noi norvegesi. Con lei, è stata gradualmente raggiunta da circa 60 tedeschi entusiasti. istruzione è una serie di libri della casa editrice Piper e il nuovo contributo di Drolshagen sulla Norvegia viene costantemente pubblicato (il prossimo è già previsto per il 2019).

Esiste una polizia segreta della letteratura che censura diversi libri sui diversi paesi?

Tipico norvegese. Il manuale norvegese è preparato meticolosamente. Racconta di un emirato protestante lungo la Corrente del Golfo; un paese lungo e freddo, con un'estate troppo chiara e un inverno troppo buio; su cavi scaldanti elettrici da esterno; Gardermoen, dove la passeggiata dall'aereo alla valigia è una preparazione alle tradizioni escursionistiche norvegesi; spiega il fenomeno storico pranzo a sacco, "Storicamente" perché il ricco norvegese urbano ha gradualmente fatto ricorso al cibo dei ristoranti in pieno giorno. La confezione del cibo, invece, è comunque una vecchia istituzione nordica: “A pranzo apri una carta scoppiettante che espone fette di pane con un tipo di formaggio dolce e marrone, dopodiché lasci le fette sulla carta; non li sposti su un piatto e poi mangi con le mani ". Naturalmente, le abitudini nel bere non possono essere ignorate. La birra leggera è descritta come "realtà virtuale" – una droga che non dà droghe – per vit: "In Norvegia, l'alcol non è principalmente una droga di piacere, ma una droga". Riceviamo anche una spiegazione di cosa sia un norvegese dopo la festa Ecco perché così tanti, quando dovrebbe essere davvero festa, si travestono da contadini del XVIII secolo (in bunad), e su come è possibile che un premier possa lasciare una riunione importante per andare a prendere i bambini all'asilo.

Per molto tempo si è avuta la percezione che l'arte dovesse educare le persone e che si doveva impedire che l'aspetto dell'intrattenimento inquinasse la cultura.

Un elenco di questo tipo non fornisce una descrizione completa delle attività di Drolshagen. In 219 piccole pagine, getta uno sguardo caldo e divertente su un paese e un popolo che può vedere sia dall'interno che dall'esterno. Piuttosto che cercare di insegnare al norvegese qualcosa che lui o lei già sa, concede la gioia nativa del riconoscimento. La straniera, offre molte aperture in una realtà di cui essere curiosa. Che il libro colpisca i tedeschi può essere spiegato da uno stile frizzante e dal fatto che tutti i cliché turistici di cui sarebbero altrimenti stufi sono spariti. Invece, ottengono informazioni divertenti e caleidoscopiche su argomenti così diversi come la vita all'aria aperta, nobiltà in un paese senza aristocrazia, il Partito del Progresso, lo sci, la quota delle donne e il suono di un fiordo.

Umorismo blasfemo. Il fatto che nessun editore norvegese abbia mostrato interesse per il libro fa sorgere sospetti. Sei stato scoraggiato da un rapporto del Dagbladet in cui Drolshagen è stato criticato per aver parlato male della Norvegia? Esiste una polizia segreta della letteratura che censura diversi libri sui diversi paesi? Non hanno umorismo autocritico nell'editoria o pensano semplicemente che non puoi aspettarti qualcosa del genere dai tuoi lettori? Forse c'è una clausola di blasfemia culturale cristiana nascosta da qualche parte? Qui si può  istruzione-quote entra in gioco: Sulla scia del rigoroso puritanesimo sociale norvegese, c'erano lunghe percezioni che l'arte doveva educare le persone e che si doveva impedire che l'aspetto dell'intrattenimento inquinasse la cultura: «Quando si trattava di arte e cultura , la chiesa rappresentava anche una posizione non priva di interesse personale. Quindi, in primo luogo, il film di Monty Python Life of Brian vietato, utilizzando la clausola di blasfemia. Gli entusiasti svedesi pubblicizzarono immediatamente la commedia facendo riferimento ai loro vicini. Il film era così divertente che non poteva essere proiettato in Norvegia ".

A proposito, può essere più facile tollerare anche la critica più mite quando appare nelle sue stesse fila: Drolshagen si riferisce all'osservazione beffarda di Thomas Hylland Eriksen sulla discrepanza tra le dimensioni della Norvegia e l'orgoglio di essere norvegese: per ogni norvegese ci sono 200 indiani – ma questi non lo sono norske! (Dopo questa affermazione, ci sono stati molti più indiani non norvegesi.) La Norvegia bilancia la sua scarsa popolazione con un'area ancora più ampia: il paese è più grande della Germania, per esempio.

L'idillio che si è rotto. C'è un capitolo nel libro che evita qualsiasi sorriso: "Die Tragödie" - "La tragedia." La maggior parte delle persone capisce immediatamente di cosa si tratta, in questo paese che deve guardare indietro al 9 aprile per trovare una data più impegnativa del 22 luglio 2011. Una popolazione totale ha rifiutato dal primo giorno di soccombere all'ansia, all'odio e ai pensieri di vendetta – qualcosa che ha attirato l'attenzione internazionale e, per così dire, ha creato una scuola in risposta agli attacchi terroristici in Europa. Come ha affermato il leader dell'organizzazione giovanile del Partito laburista: "I nostri giovani non hanno perso la vita, quindi odieranno di più". Colpisce all'inizio anche l'assenza di tre parole speciali: il nome dell'assassino di massa. "È stata la reazione intuitiva: negare all'uomo l'attenzione dei media che desiderava, allontanandosi da ciò che accade sempre con atrocità simili: mentre il nome del colpevole passa alla storia, le vittime vengono ricordate solo come numeri".

Abbonamento NOK 195 quarti