85

CORRUZIONE: In situazioni di crisi, il rischio di corruzione aumenta, come nel caso dei soldi dietro l'imminente vaccino corona.

(Tradotto da Norwegian di Google Gtranslate)

Quando grandi flussi di cassa e forti interessi sono messi a rischio in una crisi globale, c'è motivo di essere vigili per garantire che il denaro venga speso correttamente.

La pandemia di corona è alle porte e le autorità non sono mai state così spinte da sovvenzioni e misure straordinarie per far fronte alla crisi sanitaria ed economica. L'esperienza dimostra che il rischio di corruzione aumenta in situazioni di crisi. La pressione del tempo significa che può sorgere un dilemma in cui la scelta è quella di ottenere risultati da un lato e il rispetto delle normative e dei meccanismi di controllo dall'altro.

Il Covid-19 ha finora provocato più di 499 morti e 800 milioni di infetti [per. 9,9 giugno, ed.anm]. Tutti i paesi sono colpiti da questa crisi e il lavoro di sviluppo di un vaccino è diventato un interesse comune con alta priorità.

Lavoro di vaccino

In aprile tok Organizzazione mondiale della sanità (WHO) iniziativa per un programma globale per lo sviluppo, la produzione e la distribuzione di vaccini che dovrebbero essere accessibili a tutti (Accesso agli strumenti Covid-19). L'iniziativa è stata seguita da una grande conferenza dei donatori sotto gli auspici della Commissione europea all'inizio di maggio, e finora sono stati promessi quasi 85 miliardi di NOK. La Norvegia ha contribuito alla conferenza con poco più di 2 miliardi di NOK, oltre a 13 miliardi di NOK per il lavoro sui vaccini nei prossimi anni.

- annuncio pubblicitario -

85 miliardi sono un sacco di soldi per uno scopo importante, e sebbene la volontà sia buona e la corsa al vaccino sia ben avviata, c'è ancora molta strada da fare e molte barriere coralline nel mare.

Transparency International Health Initiative ha evidenziato alcune sfide legate al rischio di corruzione: in primo luogo, una buona gestione e coordinamento è un prerequisito perché i fondi non solo siano promessi, ma effettivamente assegnati allo scopo. Fino alla fine di maggio, la Commissione europea è responsabile del monitoraggio, ma non è stato deciso chi seguirà ulteriormente.

Soldi freschi o riallocazione?

Un'altra sfida è da dove verrà prelevato il denaro dei paesi donatori. Si tratta di denaro fresco o di riallocazione aiuti in denaro che era destinato ad altri scopi importanti? I negoziati sul bilancio delle ultime settimane in questo paese mostrano che si tratta di una questione rilevante in cui gran parte degli aiuti viene ora riprogrammata per far fronte alla crisi della corona.

La trasparenza è una sfida in diverse aree del programma, poiché vengono stabilite partnership tra donatori ed esperti all'interno delle varie parti del programma con un ampio grado di autonomia e la possibilità di finanziamento diretto. In questo modo, c'è il rischio che il denaro vada direttamente a un'azienda industriale senza concorrenza e rispetto delle regole di approvvigionamento. La Commissione europea si aspetta una rendicontazione aperta sull'utilizzo del denaro, ma non è chiaro come verrà effettuata o se verranno svolte valutazioni di due diligence per prevenire eventuali conflitti di interesse tra donatori e partner.

I fondi raccolti devono quindi essere programmati in modo che tutti possano permettersi un vaccino.

Mancanza di trasparenza

La questione della trasparenza si applica anche ai risultati e ai dati dei test. La mancanza di trasparenza aumenta il rischio che le risorse non vengano utilizzate in modo efficiente e, nel peggiore dei casi, andranno sprecate per lo sviluppo e l'acquisto di tecnologia medica che non funziona o è dannosa. La Commissione europea segnala i requisiti di trasparenza per la ricerca finanziata con fondi pubblici, ma dovrebbe esserci anche trasparenza per la ricerca finanziata con fondi privati. Il requisito della piena trasparenza per quanto riguarda i risultati delle sperimentazioni cliniche di tutte le ricerche supportate da questa iniziativa deve diventare chiaro e devono essere istituiti sistemi pratici di segnalazione per applicare il requisito di trasparenza.

Una premessa importante per questo CHI programma avviato è quello di garantire una disponibilità globale ed equa del vaccino coronarico. I fondi raccolti devono quindi essere programmati in modo che tutti possano permettersi un vaccino. Questo punto è stato ripetuto tre volte da Erna Solberg nel suo discorso alla conferenza dei donatori. Tuttavia, non è chiaro come verrà implementato questo impegno per un accesso equo globale e c'è un grande pericolo che coloro che hanno più bisogno del vaccino non lo riceveranno.

La società civile ha un ruolo importante da svolgere nel ritenere gli attori del programma vaccinale responsabili dei loro obblighi in tutte le fasi di ricerca, sviluppo e distribuzione del vaccino. È stato un inizio così brutto che nessun rappresentante della società civile ha partecipato alla conferenza dei donatori. Tutti aspettano con impazienza un vaccino contro Covidien-19, ma abbiamo anche bisogno di apertura, responsabilità e buoni meccanismi di controllo e gestione come la vaccinazione contro l'abuso di potere e la corruzione.

LEGGI ANCHE: Quando i virus diventano virali, sulle false informazioni durante la pandemia

Gro Skaaren-Fystro
Skaaren-Fystro è consulente speciale di Transparency International Norvegia.

Potrebbe piacerti ancheRELAZIONATO
Consigliato

Un cluster agricolo – un complesso industriale all'avanguardia

PAZZO: Il problema è l'accesso al cibo. Tutti devono mangiare per vivere. Se vogliamo mangiare, dobbiamo comprare. Per acquistare dobbiamo lavorare. Mangiamo, digeriamo e cagiamo.

La dittatura della virtù

CINA: Il Partito comunista cinese si vanta oggi di essere in grado di riconoscere uno qualsiasi degli 1.4 miliardi di cittadini del paese in pochi secondi. L'Europa deve trovare alternative alla crescente polarizzazione tra Cina e Stati Uniti – tra una dittatura che monitora lo stato e la spietata autoespressione dell'individualismo liberale. Forse una sorta di ordine sociale anarchico?

La protesta può costarti la vita

HONDURAS: La pericolosa ricerca della verità dietro l'assassinio dell'attivista ambientale Berta Cáceres di Nina Lakhani finisce in più domande che risposte.

Il legante culturale

ROMANZO: DeLillo mette in scena una sorta di stato generale, paranoico, un sospetto che ha portata globale.

Distruzione creativa

SPAZZATURA: La Norvegia non è attrezzata per lo smistamento dei tessuti. Anche se selezioniamo la spazzatura, non siamo neanche lontanamente vicini a luoghi in Giappone che possono riciclare in 34 categorie diverse. L'obiettivo è che i comuni non siano lasciati con rifiuti e senza camion della spazzatura!

La società di controllo e gli indisciplinati

MAMME TARDIVE: Le persone oggi stanno acquisendo sempre più controllo su ciò che li circonda, ma stanno perdendo il contatto con il mondo. Dov'è il limite per misurazioni, garanzie di qualità, quantificazioni e routine burocratiche?