ZERO e i premi Nobel

Se sei uno di quelli che pensa che le esortazioni sulla distruzione ambientale siano esagerate, non dovresti continuare a leggere.

(Tradotto da Norwegian di Google Gtranslate)

(Per la versione inglese, clicca qui)

Forse saltare gli articoli di giornale su ecosistemi e su un nuovo "Età buia' La Norvegia come un lavandino ambientale, profeti ambientali og eco-filosofo, CO2, ottimisti tecnologici, la necessità di un green regnante, la coercizione di crescita og effetto serra.

Il motivo per cui ti causo questo disagio è conferenza Zero che si tiene 7–8. Novembre, un paio di premi Nobel e il rapporto IPCC pubblicato di recente a seguito della Conferenza ambientale di Parigi 2015.

Sarò breve, quindi cominciamo con i fatti. Circa 1200 persone erano presenti a Oslo per conoscere cose come la leadership verde, l'energia rinnovabile, le celle solari di prossima generazione, la giungla di plastica, i trasporti verdi, la bioeconomia circolare e i viaggi senza emissioni. Il più grande luogo d'incontro della Norvegia per il clima, l'energia e la crescita verde è stato avviato dal presidente Hoesung Lee dell'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC). Il loro nuovo rapporto di 1200 pagine è stato scritto da 91 ricercatori di 44 paesi. Sono stati sottoposti a circa 6000 sondaggi dalla conferenza di Parigi, secondo The Economist. Un lavoro approfondito – e se pensi che Glen Peters al CICERO di Oslo, ci sia solo disaccordo circa il 10 percento dei sondaggi – i restanti 90 dovrebbero effettivamente avere il 100 percento di supporto.

- annuncio pubblicitario -

Quindi, andiamo all'argomento qui – vale a dire, il soffitto di 1,5 anziché 2,0 gradi di riscaldamento (dall'inizio dell'era industriale). La metà di troppo grado può più che dimezzare la portata di molti insetti, piante e vertebrati – o più complicato: il 18 percento, il 16 percento e l'8 percento, rispettivamente, di queste piccole creature faranno fatica a sopravvivere, a seconda dell'aumento della temperatura. Il mezzo grado peggiora anche la situazione del 50 percento per parti della superficie terrestre, ad esempio savane che diventano deserto. E i coralli? Il 99% di essi scomparirà se nessun programma ambientale in arrivo mantiene il limite massimo di 1,5 gradi, dove sopravviverà ancora il 10-30%. Si dovrebbero anche menzionare i milioni di persone che devono spostarsi a causa dell'aumento dei livelli delle acque, o 420 milioni che dovranno vivere con nuovi periodi di calore e qualche centinaio di milioni in più che saranno colpiti dalla povertà indotta dal clima.

Consumo e crescita

Due persone hanno appena condiviso il premio Nobel per l'economia: l'americano Paul Romer ha ricevuto il premio per la ricerca di ciò che scienza e tecnologia significano per la crescita macroeconomica a lungo termine. Per Die Zeit, sottolinea che l'industrializzazione ha prodotto la maggiore crescita, e ora è ottimista sull'urbanizzazione, così come esiste negli Stati Uniti e in Europa. Rispetto dell'ambiente, risparmiate molti viaggi e la densità della città offre risparmi dovuti all'energia o all'elettricità di breve durata. Bene, vede anche che l'aumento della ricchezza nell'urbanizzazione crea più consumo, che a sua volta emette più CO2. – Sì, sia Zero, IPCC che Ny Tid sanno che 30 di tonnellate di CO vengono già emesse ogni anno2 fuori nell'atmosfera. Economia in crescita Roma conclude che il settore finanziario ha danneggiato meno persone dell'energia nucleare.

Una sedia da conferenza "modellata" da bottiglie di plastica, bibite / lattine di birra, involucri alimentari e suole di scarpe?

Permettetemi di pensarci su e passare al premiato William Nordhaus – oggi professore di economia a Yale – che fu in realtà il primo ad avvertire di un limite di 70 gradi per il riscaldamento già negli anni '2. I suoi modelli di ricerca calcolano relazioni complesse tra le due emissioni di CO2, la temperatura globale del mondo e la crescita economica. La maggior parte delle analisi odierne si basa sui suoi modelli per modelli di emissioni economicamente ottimali. Ha anche dimostrato che è difficile stimare quante emissioni portano al cambiamento di temperatura. Inoltre, è difficile calcolare la velocità con cui ci adattiamo ai potenti cambiamenti del tempo.

La Norvegia sta cercando di contribuire allo sviluppo odierno delle auto elettriche – ha appena commentato in Danish Weekendavisen. Frede Vestergård menziona la Norvegia nel contesto dell'accordo di Parigi: CO2- le emissioni dovrebbero diminuire. Nel 2017 la Norvegia aveva quasi 210 auto elettriche e ibride sulle strade, ma allo stesso tempo è criticata per il recupero sfrenato e l'esplorazione di gas e petrolio.

Diversi non possono essere limitati: nuovi giacimenti di petrolio e gas sono stati trovati anche nel Mediterraneo, Guyana, Bahrain, Australia, Oman e Madagascar. Il consumo di energia fossile è in costante aumento nonostante le dichiarazioni costanti e centinaia di milioni di persone in fuga dalla povertà avranno il loro. Il requisito dell'obiettivo del 2% di prendere solo un terzo dei risultati non sembra reggere. Anche il Regno di Norvegia ritiene ipocritamente che il consumatore sia responsabile – come incolpare i bambini di mangiare dolci, se così dovessimo dirlo con Vestergaard.

E questo mi porta a notizie migliori. Secondo il rapporto dell'Economist "Un carico di immondizia" (29.8.18), Taiwan era precedentemente un inquinamento ambientale. Ma oggi "prendere, fabbricare, smaltire" l'economia in crescita di questa grande isola è stata sostituita da "ridurre, riutilizzare, riciclare". La prossima volta che vai a fare una passeggiata, potresti voler sederti su una sedia da conferenza "modellata" di bottiglie di plastica, bibite / lattine di birra, involucri di cibo e suole di scarpe. O servi il caffè in tazze di vetro realizzate con schermi di iPhone rotti. Taiwan guida la lotta per il riciclaggio: il 52 percento dei rifiuti domestici del Paese e il 77 percento dei rifiuti industriali vengono riciclati. La Corea del Sud e la Germania seguono da vicino, mentre gli Stati Uniti sono al 26 e 44 per cento.

Bene, anche tu come consumatore stai contribuendo alla creazione di tutta questa spazzatura, che nel 2 ha ammontato a 000 di tonnellate a livello globale e si prevede che raddoppierà entro il 000. A differenza dei rifiuti industriali, oggi solo il 000% della plastica di consumo può essere riciclato. E se porti la lezione sulla giungla di plastica alla Conferenza Zero 2016, dovresti sapere che se avessi fatto un viaggio al mare a Mumbai qualche giorno quest'estate, avresti potuto aiutare a raccogliere 2050 tonnellate di immondizia e rottami del mondo che era dovuto a terra lì.

raccolta differenziata

Quindi c'è qualcosa di positivo da dire alla fine? Chi vuole aiutare a ridurre i consumi occidentali del 10-30%? Quindi molti perderanno anche il lavoro. Ad esempio nel settore petrolifero, nell'agricoltura e nell'estrazione di altre materie prime. L'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura stima anche che se la produzione alimentare fosse stata distrutta e buttata via, i produttori alimentari avrebbero subito una perdita annuale contro il Norwegian Oil Fund.

Tuttavia, ora che la Cina quest'anno ha impedito all'Occidente di continuare a inviare i suoi rifiuti lì, l'Occidente deve pensare al riciclaggio. Inoltre, un'iniziativa del genere fornirà probabilmente lavoro a 20 volte di più degli attuali lavoratori mondiali dei rifiuti. E i cosiddetti rifiuti elettronici, come l'oro nei televisori e altre cose, forniscono grandi entrate finanziarie.

Infine: il parlamento norvegese ha deciso che dobbiamo rispettare le normative ambientali dell'UE. Oltre la metà dei ministri dell'ambiente dell'UE, secondo il rapporto IPCC, ha adottato l'obiettivo di 1,5 gradi. Chiunque in Occidente riesca a pensare e ad agire a lungo termine, ora capirà che deve farlo ridurre, riutilizzare e riciclare quello che consumano.

Vedi anche Conferenza ZERO.

Truls Lie
Redattore responsabile di Ny Tid. Vedi gli articoli precedenti di Lie i Le Monde diplomatique (2003-2013) e Morgenbladet (1993-2003) Vedi anche part lavoro video di Lie qui.

Potrebbe piacerti ancheRELAZIONATO
Consigliato

Molti conservatori norvegesi faranno un cenno di apprezzamento a Burke

UNA DOPPIA BIOGRAFIA: Dagli anni '1950, le idee di Burke hanno subito una rinascita. L'opposizione al razionalismo e all'ateismo è forte tra i 40-50 milioni di cristiani americani evangelici.

Un cluster agricolo – un complesso industriale all'avanguardia

PAZZO: Il problema è l'accesso al cibo. Tutti devono mangiare per vivere. Se vogliamo mangiare, dobbiamo comprare. Per acquistare dobbiamo lavorare. Mangiamo, digeriamo e cagiamo.

La dittatura della virtù

CINA: Il Partito comunista cinese si vanta oggi di essere in grado di riconoscere uno qualsiasi degli 1.4 miliardi di cittadini del paese in pochi secondi. L'Europa deve trovare alternative alla crescente polarizzazione tra Cina e Stati Uniti – tra una dittatura che monitora lo stato e la spietata autoespressione dell'individualismo liberale. Forse una sorta di ordine sociale anarchico?

La protesta può costarti la vita

HONDURAS: La pericolosa ricerca della verità dietro l'assassinio dell'attivista ambientale Berta Cáceres di Nina Lakhani finisce in più domande che risposte.

Il legante culturale

ROMANZO: DeLillo mette in scena una sorta di stato generale, paranoico, un sospetto che ha portata globale.

Distruzione creativa

SPAZZATURA: La Norvegia non è attrezzata per lo smistamento dei tessuti. Anche se selezioniamo la spazzatura, non siamo neanche lontanamente vicini a luoghi in Giappone che possono riciclare in 34 categorie diverse. L'obiettivo è che i comuni non siano lasciati con rifiuti e senza camion della spazzatura!